Fernanda Lessa tra cocaina e alcool: "Ne sono uscita, ce l’ho fatta"

Fernanda Lessa ha svelato di essere stata per otto anni dipendente dalla cocaina e dall'alcool e di esserne finalmente uscita con la nascita della figlia Ira Marie

Fernanda Lessa ha confessato di essere stata per anni dipendente da cocaina e da alcool e di esserne uscita solo per amore del suo compagno e delle figlie.

L’intervista rilasciata dalla ex modella brasiliana al settimanale Chi è un tentativo da parte di Fernanda Lessa di salvare o aiutare chi sta vivendo i suoi stessi drammi. Lei, che per anni è stata una delle modelle più ricercate, che ha lavorato come dj e conduttrice televisiva, di quei periodi ricorda quanto la sua vita fosse frenetica e come la moda abbia stravolto tutto. “La moda? La odio. Pippavi per dimagrire. Pippavi per non mangiare e andavi in palestra per sudare”, ha detto.

Con queste parole, che la Lessa ha chiesto di non censurare per tendere la mano a “chi scivola all'inferno e vuole risalire”, ha riassunto i suoi otto anni a “ritmi infernali”. “Non dormivo quasi mai. Però viaggiavo in prima classe e guadagnavo venti milioni di lire per sfilare tre minuti" – ha spiegato la brasiliana, che si è sottoposta ad un periodo di riabilitazione per uscire dalla droga.

Dalla cocaina ne sono uscita dopo la moda” – ha svelato, mentre il problema dell’alcoolismo l’ha vista ricadere qualche volta. “L'alcool mi ha fregato la vita” – ha ammesso – “Mi facevo tre bottiglie di vino da sola ogni giorno. Alcolista, purtroppo, rimani per sempre".

Ad oggi, però, Fernanda Lessa può urlare al mondo di avercela fatta. Ha raccontato di aver capito di esserne uscita quando ha scoperto di essere incinta: “Quando mi hanno detto che io e Davide (Dileo, tastierista dei Subsonica, ndr) aspettavamo nostra figlia Ira Marie mi sono fermata”. Sono stati l’amore per il compagno e per le figlie a farle capire che aveva vinto sui suoi demoni: “Ce l'ho fatta. Ne sono uscita".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.