Flavio Insinna svela: "Grazie a Fabrizio Frizzi sono un conduttore"

Il presentatore de "L'Eredità", ospite a "Da noi a ruota libera", ha ripercorso in uno struggende racconto il primo incontro con Frizzi, spiegando come il collega lo abbia aiutato ad approdare in televisione

Flavio Insinna svela: "Grazie a Fabrizio Frizzi sono un conduttore"

È toccante il ricordo che Flavio Insinna ha fatto del collega e amico Fabrizio Frizzi nel corso dell'ultima puntata di "Da noi a ruota libera". Intervistato da Francesca Fialdini nel programma della domenica pomeriggio, Insinna ha ricordato come la sua carriera di conduttore televisivo sia nata proprio grazie a Fabrizio Frizzi, che in lui anni fa intravide la verve del presentatore.

Nel corso della puntata andata in onda ieri di "Da noi a ruota Libera" su Rai 1, il celebre attore e conduttore de "L'Eredità" ha raccontato, con commozione, il primo incontro con Fabrizio Frizzi, avvenuto diversi anni fa: "Lui è una persona straordinaria. Se sono qua è anche per lui. Vado a ritirare un premio importante per i telefilm, presentava lui e io lo conoscevo solo in quanto Fabrizio Frizzi. Lo conosco fisicamente sul palco, all'una di notte quando avevano premiato tutti, pure le sedie e i divani, ero rimasto solo io. Fabrizio, da uomo veramente accogliente, di un'intelligenza straordinaria, raffinata…un uomo sottile, coltissimo dove la risata era il terminale di tutta una serie di capacità di Fabrizio, mi accoglie sul palco e cominciamo a scherzare come fossimo Ric e Gian. Anche se non c'eravamo mai visti e conosciuti. Cominciamo a giocare e scherzare...".

Flavio Insinna, che al funerale di Fabrizio Frizzi dedicò al collega e amico un toccante messaggio di addio, ha svelato poi come è approdato alla conduzione del quiz preserale "Affari tuoi", lui che fino ad allora aveva vestito i panni di attore per il teatro e le fiction: "La mattina dopo quella premiazione, mi chiamano dalla mia agenzia e mi dicono: 'Che hai combinato ieri sera che da Canale 5, Rai1 e varie reti vogliono farti dei provini per la conduzione?'. Io se sono qua è perché poi da lì ho fatto il provino per Affari tuoi. Ma non me lo avrebbero mai fatto se non fosse stato per lui. È stato grazie a Fabrizio".

Il destino ha legato con un filo conduttore i due presentatori Rai che, da quel momento, hanno iniziato un'amicizia profonda conclusasi, solo fisicamente, con il passaggio di testimone alla conduzione de "L'Eredità". Dopo la sua morte, infatti, il celebre game show preserale di Rai uno è passato nelle mani proprio di Insinna, dopo che per due anni era stato condotto da Frizzi con stile ed eleganza.

Commenti