La foto della gravidanza di Meghan Markle nasconde tre segreti

Lo scatto con cui il principe Harry e Meghan Markle hanno annunciato di aspettare il loro secondo figlio nasconde tre curiosità che nessuno si aspettava, una delle quali legata alla politica

Della fotografia con cui il principe Harry e Meghan Markle hanno annunciato l’arrivo del loro secondogenito sapevamo ben poco. La data di pubblicazione, il giorno di San Valentino, sul profilo Twitter dell’autore Misan Harriman e il luogo in cui è stata scattata, cioè la villa dei Sussex a Santa Barbara. Non conosciamo nemmeno la data prevista per il parto. Ora i tabloid ci ci raccontano tre curiosità molto interessanti sulla realizzazione di questo scatto, una davvero inaspettata, l'altra molto romantica e la terza legata addirittura all'impegno politico dei Sussex.

Vediamo Harry e Meghan Markle sdraiati sull’erba, le mani di lei sul pancione già ben visibile, la foto in bianco e nero che ci regala un’atmosfera romantica. Immaginiamo i duchi di fronte all’obiettivo del fotografo che doveva essere lì, a pochi metri da loro, pronto ad aiutarli a creare un “ritratto” di famiglia che comunicasse gioia, tranquillità e senso di attesa. Ecco, non è andata proprio così. Misan Harriman era presente al momento dello scatto, ma non fisicamente, perché si trovava a Londra. Ciò significa che ha realizzato la fotografia da ben 8750 chilometri di distanza.

Harriman ha spiegato a Vogue che l’immagine è stata catturata con “una fotocamera e un iPad attivato da remoto”. Il fotografo ha rivelato anche i simboli più o meno nascosti nella foto: "Avendo alle spalle l’albero della vita e il giardino che rappresenta la fertilità, Harry e Meghan non avevano bisogno di alcuna indicazione. Perché loro due, come sempre, danzano insieme nella vita come vere anime gemelle”. Potere della tecnologia, ma anche dell’amicizia. Proprio partendo da quest’ultima arriviamo alla seconda curiosità. Il fotografo ha diffuso la foto accompagnandola con una didascalia che dice: “Meg, ero lì al tuo matrimonio per assistere all’inizio di questa storia d’amore e, amica mia, sono onorato di vederla crescere. Congratulazioni al duca e alla duchessa di Sussex per questa gioiosa notizia!”.

Misan Harriman era un invitato speciale alle nozze, uno di quelli che hanno visto nascere l’amore tra Harry e Meghan Markle. Il suo ruolo nel destino dei Sussex, però, va oltre la semplice “testimonianza oculare”. Infatti fu proprio il fotografo nigeriano a presentare a Meghan un amico che conosceva il principe Harry. Forse, se non ci fosse stato Misan, la coppia non si sarebbe mai incontrata, né sposata e non ci sarebbero stati due figli. Per questo Harry e Meghan hanno voluto che fosse proprio lui a immortalare uno dei momenti più importanti della loro storia. Come ci ricorda Vanity Fair, però, ci sarebbe un'altra ragione, ovvero la terza curiosità legata alla foto, che ha spinto i Sussex a scegliere proprio Misan per quello che è, a tutti gli effetti, anche un nuovo ritratto ufficiale.

Questo motivo ha a che vedere con il lato politico del principe Harry e, soprattutto, di Meghan Markle, con le scelte legate all’attivismo che tante polemiche e attriti hanno generato non solo nell’opinione pubblica, ma anche tra le mura di Buckingham Palace. Harriman, infatti, ha documentato con le sue foto i progetti del movimento ambientalista “Extinction Rebellion”, ma anche le manifestazioni del “Black Lives Matter”. Non solo. Uno dei più cari amici dei duchi è il primo fotografo di colore ad aver realizzato la copertina di British Vogue lo scorso agosto.

Harry e Meghan Markle hanno trovato un modo indiretto, ma non per questo meno forte, per parlare di politica e sostenere le cause in cui credono. Hanno scelto un’occasione privata ma di enorme impatto emotivo. In un certo senso la gravidanza è stato il Cavallo di Troia con cui i Sussex hanno veicolato le loro idee. Pur senza parlare hanno detto molto. Chissà cosa ne penserà la regina Elisabetta, a cui non sfuggono certo questo tipo di messaggi nascosti, anche perché lei stessa è maestra in quest’arte. Questa foto potrebbe essere causa di nuove tensioni a corte? Forse no, perché messa in secondo piano dall’arrivo di un nuovo Windsor.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.