Gf, l'ex moglie di Simone lo accusa di non dare gli alimenti al figlio. Coccia: "Ho avuto dei problemi"

Simone Coccia ha potuto rispondere alle pesanti parole della sua ex moglie: "La situazione si sta ripristinando, tutto è in mano al giudice"

La quarta puntata del Gf Nip è piuttosto scoppiettante, dopo l'ingresso di Baye Dame e Patrizia Bonetti, la conduttrice ha una comunicazione per Simone Coccia.

Così Barbara D'Urso lo chiama in confessionale e gli fa vedere un bigliettino che suo figlio Loris gli ha scritto: "Papà ti amo tantissimo". Simone Coccia è immediatamente scoppiato a piangere, ma per lui non è finita qui.

"Io Simone so quanto tu vuoi bene a tuo figlio, ma sai che stando nella casa del Gf finite sotto i riflettori - inizia la conduttrice -. Per questo volevo farti sapere che la tua ex moglie ha rilasciato un'intervista al settimanale DiPiù, un settimanale che non inventa nulla. Eccola, te la mostro così che tu possa dare la tua versione".

Nel video mostrato dalla conduttrice del Gf vengono mostrate alcune parti di questa pesantissima intervista. L'ex moglie di Simone Coccia accusa il concorrente del reality di non pagare gli alimenti da tempo, "lo sa la Pezzopane che non paghi gli alimenti a tuo figlio?" e si augura che Coccia possa vincere il programma per saldare tutti i debiti con il piccolo Loris.

E dopo questo filmato, Simone prende la parola: "In passato ci sono stati dei problemi per quanto riguarda il mantenimento, la situazione si sta ripristinando, tutto è in mano al giudice". Il compagno dell'onorevole Stefania Pezzopane, quindi, ammette di avere qualche problema, problema che sta cercando di risolvere.

Ma ecco che arriva la domanda di Barbara D'Urso: "Se tu in un mese riesci a guadagnare oltre 300 euro, se hai la possibilità, tu darai questi 300 euro a tuo figlio?". E senza pensarci due volte, il concorrente del Gf replica: "Certo, qualsiasi cosa io abbia, io gliela darò e gli comprerò anche quello che gli serve". "Ecco - conclude la conduttrice - era la risposta che volevo sentire".