Harry e Meghan vogliono imitare gli Obama e i Clinton?

Con l'uscita dalla Royal Family, il futuro dei duchi di Sussex prenderà una strada che prima di loro, altri vip e milionari d'oltreoceano hanno seguito: quella delle fondazioni benefiche. E c'è già chi parla di una "Charity" in stile Obama

Dopo l’annuncio dei giorni scorsi di voler lasciare lo status di membri senior all’interno della Royal Family, Harry e Meghan hanno affermato di voler diventare indipendenti. La loro indipendenza sarà sia finanziaria che lavorativa, come loro stessi hanno affermato: “Abbiamo intenzione di fare un passo indietro come membri senior della Famiglia Reale e lavorare per diventare indipendenti finanziariamente”.

Ma i duchi, nel comunicato Instagram che ha lasciato a bocca aperta i media e gli altri membri della famiglia, hanno anticipato cosa ci dovremo aspettare da loro nei prossimi anni. Da sempre attenti alla tematica ambientale e della salute mentale, la coppia ha affermato di volersi “focalizzare su un nuovo capitolo, che include il nostro nuovo ente benefico”. Come riporta il Telegraph, il principe e la consorte sarebbero in procinto di lanciare la loro nuova fondazione ad aprile, aspettando l’inizio del nuovo anno finanziario britannico per svelare i dettagli del loro nuovo progetto.

Ma che tipo di fondazione avranno intenzione di fondare i duchi? Da quello che si vocifera, la loro sarà una “charity” organizzata sul modello degli enti benefici fondati dai milionari e vip americani. Con molta probabilità, si tratterà di un’organizzazione non-profit simile a quelle create da Barack e Michelle Obama, Hillary Clinton, George e Amal Clooney e Bill e Melinda Gates. L’organizzazione fondata dagli Obama è nata nel 2014, si occupa di promuovere e sviluppare idee, nonché di formare la “nuova generazione di leader” e l’anno scorso ha raccolto 150 milioni di euro.

La Clinton Foundation potrebbe essere un altro modello di riferimento per i Sussex. Si occupa di contrastare l’obesità infantile, ma anche di creare partnership tra individui, governi, aziende e ong. Ma non è finita qui: la fondazione Clinton affronta tematiche moto care ai duchi, come quella del “climate change”. Più di una volta Harry e Meghan si sono esposti pubblicamente a favore dell’energia rinnovabile e del risparmio energetico. Andando avanti con l’elenco delle fondazioni non-profit a cui quella di Harry e Meghan potrebbe ispirarsi, troviamo la “Clooney Foundation for Justice”, che promuove la giustizia nel mondo e la Bill and Melinda Gates Foundation, considerata la più importante organizzazione benefica al mondo con asset di circa 40 miliardi di euro.

Un altro tema che sta molto a cuore al principe Harry è quello della salute mentale. Proprio pochi mesi fa il duca ha partecipato ad un documentario con Oprah Winfrey sulla sanità mentale. Il documentario, trasmesso in streaming da Apple TV, andrà in onda nel 2020.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.