La doppia morale del principe Harry

Il principe Harry e Meghan Markle non hanno partecipato alla cerimonia in memoria del principe Filippo, ma avrebbero accettato l’invito al matrimonio di Brooklyn Beckham

La doppia morale del principe Harry

Il principe Harry è stato aspramente criticato per non essersi presentato alla messa inonore del duca di Edimburgo. La sua assenza sarebbe una conseguenza della diatriba per l’assegnazione della scorta, o forse nasconderebbe un certo imbarazzo del principe per la pubblicazione della sua autobiografia alla fine del 2022. I Sussex, però, avrebbero deciso di essere presenti al matrimonio di Brooklyn Beckham, una decisione che ha già assunto i contorni di un terribile sgarbo alla Regina e non è piaciuta affatto né ai tabloid, né ai cittadini britannici.

Harry si sente minacciato?

“Va da sé che il principe voglia tornare in Inghilterra per vedere la famiglia e gli amici, oltre che per sostenere le charity che gli stanno così a cuore. Del resto questa sarà sempre casa sua”, disse il suo avvocato, Shaheed Fatima, nella causa contro l’Home Office per la riassegnazione della scorta ai Sussex, persa la scorsa estate. Harry vorrebbe tornare in patria, ma non si sentirebbe al sicuro: “Il principe...ha ereditato un rischio per la sicurezza alla nascita e per tutta la vita”, hanno sottolineato ancora i suoi legali. Il Ministero dell’Interno britannico, però, ha rifiutato la richiesta, sostenendo che la necessità della security verrà valutata in base al tipo di eventi a cui il duca di Sussex prenderà parte in Inghilterra.

Una presa di posizione che, secondo i giornali, avrebbe deluso i duchi e potrebbe averli spinti a declinare l’invito alla cerimonia in omaggio al principe Filippo, lo scorso 29 marzo. Gli esperti, però, hanno criticato il comportamento della coppia, in particolare quello del principe, che avrebbe potuto lasciare da parte le battaglie legali per rispetto alla memoria del nonno e del legame forte che li univa. Inoltre la messa a Westminster era un evento ufficiale, quindi tutti i membri della royal family sarebbero stati protetti da Scotland Yard.

A Closer l’esperto Tom Bower ha evidenziato l’impatto dell’autobiografia del principe sui suoi rapporti con la royal family: “…Penso che la preoccupazione per la sicurezza…sia solo una scusa…[Harry]…sa di non poter affrontare la sua famiglia e mostrarsi sereno, sapendo ciò che ha scritto su di loro. Quel libro causerà incidenti e molto dolore…Come può Harry tornare e fingere che tutto vada bene?”.

Le nozze e gli Invictus Games

Il duca di Sussex e sua moglie non si sono presentati a Londra, ma dovrebbero partecipare alle nozze di Brooklyn Beckham e Nicola Peltz, il prossimo 9 aprile, a Palm Beach (Florida). Certo, David e Victoria Beckham erano presenti al royal wedding di Harry e Meghan, quindi l’invito sembrava quasi scontato. Tuttavia i tabloid si chiedono se la paura per l’incolumità dei duchi valga solo in relazione ai viaggi nel Regno Unito. Il principe si sentirebbe più al sicuro in Florida? La questione della scorta sarebbe ridimensionata in questo caso?

Non solo. Il duca sarà all’evento degli Invictus Games, in programma in Olanda dal 16 al 22 aprile 2022: ha annunciato la sua presenza con un video dai toni spensierati e in cui compariva vestito in arancione, il colore dell’Olanda. Il discorso non cambia. Gli esperti si chiedono perché Harry abbia snobbato la sua famiglia, ma si dedichi tranquillamente ad altri impegni che lo porteranno comunque lontano dalla California. Al Sun Angela Levin ha cercato di dare una risposta: “È cambiato. È difficile sapere se si pentirà mai di non aver partecipato [alla cerimonia per Filippo]. L’Harry che ho intervistato era premuroso, gentile, spontaneo. Oggi è pieno di risentimento”.

La biografa ha spiegato: “[Il duca] non sembra avere grande interesse in ciò che non ha un impatto diretto su di lui e su Meghan. Molte teste coronate dall’estero sono arrivate [alla cerimonia], mentre la patetica scusa di Harry è stata che non si sentiva al sicuro”. Ora resta un grande dilemma sulla partecipazione dei Sussex al Giubileo di Platino per i 70 anni di regno della regina Elisabetta. Se Harry perdesse anche questo appuntamento, i legami già precari con la famiglia potrebbero spezzarsi definitivamente.

Commenti