Heather Parisi: "Gli stranieri hanno riportato il virus a Hong Kong"

In un nuovo post su Instagram, Heather Parisi aggiorna i suoi follower sulla situazione dell'emergenza coronavirus a Hong Kong

In un nuovo post su Instagram, Heather Parisi torna ad aggiornare i suoi follower sulla situazione dell'emergenza coronavirus a Hong Kong e rivela una "ricaduta": "Purtroppo il rientro di molti stranieri ha portato alla luce nuovi casi".

L'ex showgirl condivide una brutta notizia col suo pubblico italiano: "Solo pochi giorni fa scrivevo 'La fase tutti a casa è passata' e 'La vita sembra ritornare lentamente alla normalità'. Troppo presto". Heather Parisi spiega nel dettaglio cosa è successo e mette in guardia da uno scenario che potrebbe ripresentarsi fino a quando la pandemia non sarà sconfitta o contenuta a livello globale: "Purtroppo il rientro di molti Expat (stranieri che se ne erano tornati nei loro paesi per paura del virus e che poi, vista la situazione nei loro paesi, hanno cambiato idea) ha portato alla luce nuovi casi (una cinquantina tutti derivati da persone rientrate o a contatto con persone rientrate)".

Nel passaggio successivo Heather Parisi magnifica le misure messe in atto nell'ex protettorato inglese, adesso sotto il controllo della Repubblica Popolare Cinese: "Le autorità governative di Hong Kong hanno immediatamente ripristinato la chiusura di ogni luogo pubblico di incontro per attività di svago. Rimangono aperti i negozi e pochi ristoranti. Gli impiegati pubblici tornano di nuovo a lavorare da casa".

"Molti degli stranieri rientrati dall'Europa (Francesi, Italiani, Inglesi e Spagnoli) non hanno osservato l'obbligo di quarantena", accusa Heather Parisi. Alla fine del post, poi, la donna fornisce un aggiornamento: "Hong Kong chiude le frontiere a tutti coloro che non sono residenti. Stay safe...". La Parisi non manca di aggiungere una emoticon con le mani giunte in preghiera, come a ringraziare le autorità che hanno deciso di sigillare i confini.

Per quanto le misure restrittive siano dettate da una grave emergenza sanitaria, le nuove affermazioni di Heather Parisi creano un bizzarro cortocircuito, perché sembrano avallare una certa narrazione "sovranista", che la showgirl di origini americane ha tante volte vituperato nella nella sua "nemica-amica" Lorella Cuccarini.

Nel post, inoltre, Heather Parisi spiega nel dettaglio come funzionano le misure di vigilanza messe in atto nel territorio di Hong Kong grazie alla tecnologia: "All'aeroporto, a tutti gli arrivi viene dato un braccialetto, ognuno con un codice QR univoco. L'utente scarica un'app chiamata StayHome Safe sul proprio telefono e scansiona il codice QR per associare il braccialetto all'app. [...] Se il possessore del bracciale lascia la sua abitazione, le autorità ricevono un segnale".

Nel finale, Heather Parisi non mostra alcuna accondiscendenza vero i trasgessori delle norme: "Alcuni si sono tolti il bracciale elettronico pur di uscire. Questo comportamento irresponsabile e la totale mancanza di senso civico, hanno scatenato la rabbia dell'intera cittadinanza di Hong Kong". "Nessuna tolleranza sarà ammessa nei confronti di questi sciagurati per i quali è previsto il carcere immediato", chiosa determinata la Parisi.

Solo pochi giorni fa scrivevo "La fase tutti a casa è passata" e "La vita sembra ritornare lentamente alla normalità". Troppo presto. Purtroppo il rientro di molti Expat (stranieri che se ne erano tornati nei loro paesi per paura del virus e che poi, vista la situazione nei loro paesi, hanno cambiato idea) ha portato alla luce nuovi casi (una cinquantina tutti derivati da persone rientrate o a contatto con persone rientrate). Le autorità governative di Hong Kong hanno immediatamente ripristinato la chiusura di ogni luogo pubblico di incontro per attività di svago (palestre, Club Privati, parchi, musei, campi sportivi, biblioteche, cinema). Rimangono aperti i negozi e pochi ristoranti. Gli impiegati pubblici tornano di nuovo a lavorare da casa. Molti degli stranieri rientrati dall'Europa (Francesi, Italiani, Inglesi e Spagnoli) non hanno osservato l'obbligo di quarantena. Ecco come funzionano i braccialetti a Hong Kong: All'aeroporto, a tutti gli arrivi viene dato un braccialetto, ognuno con un codice QR univoco. L'utente scarica un'app chiamata StayHome Safe sul proprio telefono e scansiona il codice QR per associare il braccialetto all'app. Una volta a casa, deve passeggiare per l'appartamento per calibrare il braccialetto. Il braccialetto e l'app usano quella che viene chiamata tecnologia di geofencing, che è diversa dal rilevamento della posizione GPS. Se il possessore del bracciale lascia la sua abitazione, le autorità ricevono un segnale. Alcuni si sono tolti il bracciale elettronico pur di uscire. Questo comportamento irresponsabile e la totale mancanza di senso civico, hanno scatenato la rabbia dell'intera cittadinanza di Hong Kong. Nessuna tolleranza sarà ammessa nei confronti di questi sciagurati per i quali è previsto il carcere immediato. Aggiornamento delle 15:30 Hong Kong Time: Hong Kong chiude le frontiere a tutti coloro che non sono residenti. Stay safe... H* #heatherparisi #umberto #COVID-19 #coronavirus #CoronavirusOutbreak #hklife #amolamiavita

Un post condiviso da Heather Parisi (@heather__parisi) in data:

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.