Cultura e Spettacoli

House of the dragon, i fan scoprono l'errore nel terzo episodio

Un errore di post produzione nel terzo episodio di House of the dragon è stato scoperto dai fan della serie, che hanno inondato il web

House of the dragon, i fan scoprono l'errore nel terzo episodio

Tra le principali attività dei fan delle serie tv c'è quella di scoprire eventuali buchi di sceneggiatura ed errori nel montaggio. Non fa eccezone House of the dragon, l'evento più atteso di settembre. Il prequel de Il trono di spade è un prodotto in esclusiva Sky, che viene rilasciato ogni lunedì, a partire dal 23 agosto, alle 3 del mattino su Sky Atlantic e Now in contemporanea con la messa in onda negli Stati Uniti su HBO. Ma l'ultimo rilascio ha fatto storcere il naso a molti, perché è stato notato un clamoroso errore di montaggio che lascia intuire l'impiego del green screen.

La serie ispirata al romanzo di G.R.R. Martin, Fuoco e sangue, è un appuntamento immancabile per i fan de Il trono di spade. Lunedì mattina alle 3, i più coraggioso hanno potuto guardare il terzo episodio della serie in versione originale, Second of his name, mentre quella stessa sera è stata mandata in onda la versione doppiata del secondo episodio. Una scelta da parte del broadcaster per permettere a chi ha voglia di fare le levatacce mattutine di guardare gli episodi in contemporanea con la messa in onda americana, anche se non doppiati, per poi trasmettere in differita l'episodio con il doppiaggio italiano. Al di là di questo, però, nel terzo episodio è stato notato un errore che a questi livelli le produzioni solitamente non fanno, perché (allarme spoiler) quando Viserys manda la lettera d’aiuto a Daemon, si genera un'interferenza nel green screen tale che la tecnologia di post produzione non è riuscita a nascondere il green screen sulle due dita che, in realtà, sono mancanti nel personaggio. Difficile dire se si sia trattato di una dimenticanza, di un errore o di un limite tecnico: è probabile che, vista la mole di segnalazioni che sono arrivate sui social, la produzione tenti un intervento in extremis per la correzione, laddove possibile.

Possibile che le centinaia di persone che hanno visionato i filmati prima di procedere al rilascio non si siano accorti di questo errore? Purtroppo sì, e non è nemmeno la prima volta che accade. Chi guarda i film da spettatore ha solitamente un'altra sensibilità rispetto a chi trascorre ore e ore di lavoro a controllare le medesime scene e, purtroppo, talvolta accade che siano i non addetti ai lavori a notare questo genere di errori, anche se di piccola entità.

Commenti