Sanremo, Morgan-Bugo, il dietro le quinte choc: "Sei un figlio di p...", "Fai ca..."

Sull'esclusione di Bugo e Morgan dal Festival di Sanremo ora a parlare è il primo durante la conferenza stampa

Sanremo, Morgan-Bugo, il dietro le quinte choc: "Sei un figlio di p...", "Fai ca..."

Le polemiche sono in divenire dopo quanto è accaduto nella notte di ieri, in merito all’uscita di scena di Bugo durante la performance di Morgan. In un incontro con la stampa, il presidente dell’etichetta e lo stesso Bugo, raccontano il loro punto di vista sulla questione che, di fatto, infiamma il Festival di Sanremo a poche ore dall’ultima puntata. Il duo è stato comunque escluso e quindi sono 23 i cantanti in gara per il titolo di vincitore.

"É una situazione che io definisco di delirio, quando Morgan dice di aver scritto la canzone. Lui ci crede davvero. Inutile amplificare situazioni per uno scoop. Io vi dico: aiutalelo". Valerio Soave, il produttore discografico di Mescal, produttore di Bugo, commenta così la vicenda che ha portato alla squalifica del duo dalla competizione "É molto triste per me essere qui oggi, ho prodotto Morgan per 25 anni -continua-. La vita di una persona è molto più importante di tutte le polemiche sull'esclusione di un festival. Morgan è una persona sensibilissima e io gli voglio un sacco di bene". Ma non è finita qui. Il produttore ha ancora una stoccata sulla vicenda. "Le paranoie, i complotti sono una tragica conseguenza e impediscono di lavorare serenamente con una persona a cui vuoi bene ma che vedi andare sempre peggio –afferma-. A me spiace tanto dire queste cose, le vivo ancora dopo 25 anni di frequentazione con una persona che vedi scendere fino ad arrivare ad un livello a cui non puoi farci niente – e poi ancora-. Quando Morgan dice che l'abbiamo usatò per venire a Sanremo in un certo senso ha ragione perché Bugo non aveva la notorietà per salire sul palco dell'Ariston. Ma Morgan non ha scritto una nota, una parola di quel pezzo. Ci ha chiesto di firmare un foglio dove diceva che aveva collaborato alla scrittura del brano, e noi senza problemi gliel'abbiamo fatto fare".

Poi a prendere la parola è Bugo ma, rispetto al presidente dell’etichetta, le accuse sono ben più pesanti. "Ieri sera arrivato in anticipo, pronto, certo un pò turbato dalla sera prima ma l'avevo messo lì, non me lo lego, volevo dimostrare che c'è amicizia, per me è roba forte – racconta il cantante -. Morgan è arrivato poco prima dell'esibizione. Ci siamo incontrati lì e ho visto che ha cominciato a far battute su un ragazzo della nostra squadra, gli ho detto di smetterla. Lui però ha cominciato a insultarmi – rivela -. Quando ci han chiamato ero turbato, lui è sceso e non sapevo se uscire, mi son bloccato".

Poi Bugo va avanti e scende in dettagli choc: "Morgan, poco prima dell'inizio della nostra esecuzione di ieri sera, mi ha insultato con epiteti che non posso ripetere, dicendomi figlio di..., sei una mer..., fai cag..., ha insultato anche mia moglie". Nonostante tutto l'artista è sceso dalla scalinata, ma Morgan "ha continuato a insultarmi. Non sapevo assolutamente che avrebbe modificato il testo, mi ero accorto di alcuni fogli, ma ero stanco, confuso".

Durante la conferenza l’artista appare molto turbato. "Sono andato via e non ci siamo più visti. La prima cosa che volevo fare era scusarmi con Amadeus, a me le pagliacciate non sono mai piaciute – conferma -. Volevo farlo subito, uscire anche sul palco, chiedere scusa per il problema che avevo creato io. Sono rimasto un pò lì a decomprimere. Morgan non l'ho più visto, lui non ha scritto a me né io a lui. Sono riuscito a incontrare Amadeus e scusarmi. Per me basta, è finita lì". La questione resta tesa. Si attendono ulteriori risvolti.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti