Lady Gaga si racconta fra autolesionismo e gli abusi sessuali subiti

Lady Gaga si è raccontata a Oprah Winfrey e non ha parlato di musica ma del suo privato, della presunta relazione con Bradley Cooper e dei fenomeni autolesionisti che ne hanno segnato una parte di vita

Lady Gaga si racconta fra autolesionismo e gli abusi sessuali subiti

A quasi un anno di distanza, Lady Gaga si confessa e svela quale sia stato davvero il rapporto tra lei e Bradley Cooper sul numero di dicembre del magazine Elle. È una Lady Germanotta inedita, che si racconta a 360 gradi tra l'autolesionismo e la violenza sessuale subita anni fa.

Intervistatrice d'eccellenza è stata Oprah Winfrey, che ha raccolto le confessioni di Lady Gaga come se fossero una chiacchierata tra amiche, facendo trasparire i lati più nascosti della personalità della cantante italo-americana. Non c'è spazio per la musica in questa intervista, dove invece Lady Gaga svela il retroscena della presunta love story con Bradley Cooper, soprattutto dell'esibizione della notte degli Oscar che ha creato il maggior scalpore. “Abbiamo interpretato una storia d'amore. Per me, come performer e come attrice, era scontato che volessimo che la gente credesse che fossimo innamorati. E che volessimo che le persone sentissero quell’amore agli Oscar. Volevamo che bucasse l’obiettivo della telecamera e di tutte le televisioni che lo stavano trasmettendo. Ci abbiamo lavorato sodo per giorni. Abbiamo curato ogni minimo dettaglio, è stato orchestrato come una performance”, ha detto Gaga a Oprah.

Quell'esibizione è stata una delle più commentate di sempre della cerimonia degli Academy e tanti avvenimenti accaduti prima e dopo la perfomance di Shallow al pianoforte. La separazione dal suo compagno, col quale stava organizzando le nozze e, soprattutto, quella di Bradley Cooper e Irina Shayk hanno contribuito al diffondersi di una notizia che si è rivelata infondata. Cooper e Gaga hanno scelto la via del “bene o male” purché se ne parli come strategia per la promozione del film.

Lady Gaga è passata poi ad argomenti più delicati, come l'autolesionismo di cui ha sofferto per diverso tempo. Tutti conoscono il suo passato nella depressione ma la cantante non ha mai voluto parlare dei fenomeni autolesionisti per non provocare la spettacolarizzazione di una condizione molto dolorosa, sotto molti punti di vista: “Non sono più autolesionista da molto tempo e l’unico modo per smettere di farmi del male era mostrare alle persone che stavo soffrendo, invece di dirglielo e chiedere aiuto. “Ehi, ho voglia di farmi del male”. Poi qualcuno accanto a me disse: “Non devi mostrarmelo. Dimmi solo: cosa provi adesso? E poi ho raccontato la mia storia con grande umiltà e forza. Sono molto grata di non averlo più fatto.” La cantante dà quindi un incentivo e un incoraggiamento a tutti quelli che soffrono di manie autolesioniste: “Una cosa che suggerirei alle persone alle prese con una reazione ad un trauma o autolesionismo o idee suicide è in realtà il ghiaccio. Se metti le mani in una ciotola di acqua fredda, questo sciocca il sistema nervoso e lo riporta alla realtà.

C'è stato anche spazio per raccontare del trauma subito dai ripetuti episodi di violenza sessuale di cui è stata vittima a 19 anni e che le si sono ripresentati quando ha preso in mano la statua dell'Oscar: “Nel corso degli anni, sono stata traumatizzata in molti modi da molte cose, ma sono sopravvissuta e ho continuato. E quando ho visto l’Oscar, ho visto dolore.

Commenti