Cultura e Spettacoli

Lapo Elkann cambia vita: "Ora lotto contro le dipendenze"

Lapo Elkann è cambiato, ha messo un punto alla sua vita precedente e ha deciso di dedicarsi maggiormente agli altri con progetti benefici, mettendo il suo impegno nella lotta alle dipendenze

Lapo Elkann cambia vita: "Ora lotto contro le dipendenze"

Lapo Elkann è cresciuto, forse. Ha messo da parte gli eccessi e ha deciso di cambiare vita, dedicandosi maggiormente agli altri. Dopo aver condotto una vita sregolata, a 42 anni il nipote di Gianni Agnelli ha deciso di dare una svolta e ha iniziato a dedicarsi con maggiore impegno alla beneficenza.

Di lui nel corso degli anni si è parlato tanto, ma solo in parte per la sua spiccata vena imprenditoriale. Il suo genio l'ha portato a realizzare tantissimi progetti e a collaborare attivamente con le aziende di famiglia, spesso con risultati di successo. Tuttavia, le sue imprese in campo lavorativo sono sempre state offuscate da comportamenti borderline, dovuti all'assunzione di sostanze e di alcol. Le dipendenze, di ogni tipo, sono state una costante della vita di Lapo Elkann fino a ora, ma adesso il rampollo di casa Agnelli ha deciso di cambiare vita. "Non bevo più, non uso sostanze e da due mesi ho anche smesso di fumare", ha detto Lapo nel corso di un'intervista con il settimanale Grazia.

Il figlio di Alain Elkann e di Margherita Agnelli ha deciso di spendersi in prima persona nella lotta contro le dipendenze, che non sono solo quelle da alcol e da sostanze stupefacenti. Pare, infatti, che per un periodo della sua vita l'uomo sia stato anche dipendente da internet, dai video videogame e dai social network. Ora che ne è uscito, vuole dare il suo contributo per aiutare il prossimo: "So di che cosa si tratta, avendole vissute sulla mia pelle." Il primo passo di questa nuova vita del nipote dell'Avvocato è stato la vendita di una parte del suo guardaroba, il cui ricavato servirà a sostenere la LAPS (Libera Accademia Progetti Sperimentali), fondata dallo stesso Lapo Elkann. "Avevo voglia di mettere insieme tre anime che mi appartengono: il mio impegno sociale, la creatività e la sostenibilità", ha dichiarato nel presentare il progetto.

Nell'intervista rilasciata al settimanale Grazia, il rampollo Agnelli si è raccontato in maniera intima e introspettiva e ha spiegato da dove nasce il suo modo di essere: "Da bambino mi sono trovato ad affrontare situazioni difficili, dagli abusi sessuali alla dislessia fino ai problemi legati all'apprendimento di cui ho sofferto e soffro tutt'ora." Questo trascorso è stato la molla che l'ha spinto ad aprirsi agli altri per offrire il suo supporto: "Mi sono messo a disposizione degli altri per dare aiuto, amore e appoggio ai bambini e adolescenti alle prese con le stesse situazioni." In questa nuova vita che si appresta a iniziare, Lapo Elkann vuole restituire quello che la vita gli ha regalato. Continuerà a occuparsi delle sue aziende ma lo farà con maggiore consapevolezza, con un occhio sempre attento ai progetti benefici: "Sento che è venuto il momento di dare di più al prossimo. Sia perché questo fa stare bene me, sia per essere più utile agli altri."

Commenti