Cultura e Spettacoli

L'incredibile Hulk, perché Edward Norton è stato sostituito nel film

Edward Norton è un attore che ha fatto di tutto per lasciare la propria impronta nel film L'incredibile Hulk, ma questo non è bastato a salvarlo dalla sostituzione

L'incredibile Hulk, perché Edward Norton è stato sostituito nel film

L'incredibile Hulk è il film diretto da Louis Leterrier che va in onda questa sera alle 21.20 su Italia 1. La pellicola ha il merito di aver aperto, insieme a Iron Man, l'ormai famosissimo Marvel Cinematic Universe. Nel film, infatti, c'è una scena in cui Robert Downey Jr. nei panni di Tony Stark si reca alla ricerca di Bruce Banner. Come si legge su Coming Soon questo è l'unico film di casa Marvel a non avere una scena alla fine dei titoli di coda.

L'incredibile hulk, la trama

Bruce Banner (Edward Norton) è uno scienziato che, insieme alla fidanzata Betty (Liv Tyler) è impegnato nella realizzazione di un progetto che dovrebbe salvaguardare e proteggere gli esseri umani dalle radiazioni gamma. Il proposito altruista e scientifico di Bruce non è lo stesso del suo committente, Thaddeus Ross (William Hurt), che in realtà è alla ricerca della scienza che gli permetterà di realizzare un vero e proprio "supersoldato". A fare le spese di questa ricerca sarà proprio Bruce che, dopo essere entrato accidentalmente a contatto con la materia del suo studio, si trasforma in un mostro verde, dalle dimensioni e dalla forza sovrumane, l'Hulk. Quando si rende conto che la trasformazione avviene solo quando si altera il suo stato emotivo e che essa può essere pericolosa per le persone che ha intorno, Bruce decide di rifugiarsi in Brasile, nella speranza di poter trovare una soluzione per la sua "malattia". Inseguito da un soldato delle forze speciali (Tim Roth) e alla ricerca della verità, Bruce dovrà tornare sui propri passi e cercare di capire cosa fare con Hulk.

Il duro lavoro di Edward Norton

Come racconta dettagliatamente il sito dell'Internet Movie Data Base, il protagonista di L'incredibile Hulk, Edward Norton ha svolto un lavoro intenso e continuo sul film, intervenendo in più fasi realizzative. Secondo una testimonianza della co-star Tim Roth, Edward Norton riscriveva scene praticamente ogni giorno e lui e Liv Tyler passavano ore a discutere della vita dei loro personaggi, soprattutto di quelle antecedenti alla comparsa del "mostro verde". La portata dei cambiamenti fatti da Edward Norton alla sceneggiatura originale fu tale che in alcuni poster promozionali del film venne accreditato con il nome d'arte di Edward Harrison. Secondo IMDB i crediti di Norton come sceneggiatore vennero negati dalla Writers' Guild Association, l'associazione degli sceneggiatori di Hollywood, che diedero il merito della sceneggiatura al solo Zak Penn.

Edward Norton, però, non si fermò alla sceneggiatura, ma chiese e ottenne di poter girare alcune delle scene che lo vedevano come protagonista, come ad esempio le scene nel campus. Questa richiesta venne accolta dal regista Louis Leterrier perché gli permetteva di risparmiare tempo quando era impegnato con la seconda unità di regia. Edward Norton, che all'inizio aveva rifiutato la parte e che si è sempre definito un fan di Hulk, lavorò al progetto come se fosse un suo film, una sua idea, qualcosa a cui tenesse particolarmente. Peccato che i suoi sforzi non vennero affatto apprezzati, dal momento che dopo il film l'attore venne sostituito da Mark Ruffalo, che interpreta Bruce Banner in tutti i film del Marvel Cinematic Univere, serie tv comprese, come il recente She Hulk. Secondo quanto si legge su Everyeye, all'inizio Norton spiegò la sostituzione dicendo che non voleva rimanere imprigionato in uno stesso personaggio per troppo tempo, perdendo così l'opportunità di lavorare ad altri progetti. L'attore ha infatti spiegato: "C’erano così tante cose da fare, io cercavo la diversità. In pratica ho rispettato il patto che avevo fatto con me stesso di cercare di fare cose diverse. Forse, a livello del subconscio, non volevo che tutti mi vedessero solo per un ruolo e che questa cosa si riflettesse su di me come attore (...) È una cosa che, credo, si possa fare solo una volta, altrimenti rischia di diventare un vestito cucito addosso. Diventi solo quello agli occhi della gente".

Secondo un'intervista riportata da No Spoiler, invece, Edward Norton avrebbe spiegato che la causa delle rottura con il Marvel Cinematic Universe è da ricercarsi in una diversa visione riguardo la costruzione del personaggio. Raggiunto dai microfoni del New York Times, Edward Norton spiegò che a lui sarebbe piaciuto portare sullo schermo un Hulk che fosse dannato e tormentato, che somigliasse un po' al Batman che Christian Bale aveva interpretato per Christopher Nolan. Ai Marvel Studios, invece, sembravano più interessati a una versione leggera e divertente, una versione che caratterizza quasi tutti i personaggi apparsi nel franchise. "All'inizio mi dissero: 'è esattamente quello che vogliamo!' Ma a quanto pare," spiegò Edward Norton con una frecciatina tutt'altro che velata, "non era per niente ciò che volevano per il personaggio". Così, nonostante tutto il lavoro fatto per dare il meglio di sé nel film del 2008, Edward Norton è stato sostituito da Mark Ruffalo che, secondo IMDB, è sempre stato la prima scelta del regista.

Commenti