"Vi racconto le bufale sul cibo" Ma la Lucarelli viene insultata

La blogger scrive un lungo post su Facebook per "ricordare quante bufale alimentari hanno riempito giornali, tv e supermercati negli ultimi anni per poi dissolversi nel nulla nel giro di pochi mesi"

"Vi racconto le bufale sul cibo" Ma la Lucarelli viene insultata

"Non so se ve ne siete resi conto, ma la distruzione di Aleppo desta meno preoccupazione di quella delle piantagioni di olio di palma", inizia così lo prolosquio su Facebook di Selvaggia Lucarelli sugli effetti sulla nostra salute di alcuni alimenti. Primo fra tutti l'olio di palma.

"Riguardo gli effetti dell’olio di palma sulla salute, nessuno sta capendo una cippa. Secondo alcuni scienziati l’olio di palma contiene grassi saturi e quindi fa male, secondo altri contiene antiossidanti e quindi fa bene, secondo Ferrero meglio l’olio di palma nella Nutella che certe ciofeche di olii usate dalla concorrenza, fatto sta che ormai su molti siti è presente la Schindler’s list delle merendine e dei biscotti che non lo contengono e la fobia non accenna ad arrestarsi. Naturalmente, tra pochi mesi a nessuno fregherà più una cippa e si compreranno anche merendine contenenti l’olio freno per Renault Clio, ma intanto l’olio di palma, assieme al glutine, è la fobia alimentare del momento".

Una moda la definisce la Lucarelli e, secondo lei, solo l'ultima di una serie di bufale alimentari. Nel centro del mirino anche l'aloe vera che "per migliaia di anni è stata solo un pensiero da portare alla suocera per il suo balcone fiorito in occasione del suo onomastico, poi tutto ad un tratto qualcuno ha deciso che il succo di aloe fosse l’elisir di lunga vita, che servisse a cicatrizzare, a idratare, a ringiovanire, a guarire da tumori e diabete". Sfatato il mito "siamo tornati a regalarla alla suocera in un bel vaso rosso natalizio".

Stesso trattamento è stato riservato alle intolleranze alimentari: "La moda di questi test paraculi è durata una manciata di anni, poi ci siamo nuovamente riscoperti tutti intolleranti alle diete e siamo tornati a pane e salsiccia".

E poi c'è la papaya: "Il cazzaro di turno s’è svegliato e ha deciso che l’umanità, senza papaya fermentata, si sarebbe estinta a breve". E poi il tè verde, l'Ace e l'Estratto: tutte bufale.

Gli utenti, sempre molto attivi quando la Lucarelli scrive i suoi post, si sono infuriati. "Quante imprecisioni condite da superficialità. L'alimentazione, al di là delle mode alimentari, è una cosa molto seria", commenta un ragazzo. E un altro: "La celiachia non è una moda ma una malattia autoimmune che va trattata con cautela". Un utente precisa: "L'olio di palma fa male alla salute ma soprattutto la sua produzione massiva danneggia l'ambiente".

E infine un consiglio: "Studia, informati, fai una ricerca veloce veloce su Google prima di aprire bocca".

Commenti