Megxit, Thomas Markle pronto a testimoniare contro sua figlia

Thomas Markle è deciso ad andare contro sua figlia anche in tribunale e a rivelare segreti scottanti dei duchi se Meghan non lo chiamerà e non gli farà conoscere Harry e Archie

Harry e Meghan sono ormai lontani da Palazzo e hanno iniziato la loro nuova vita in Canada insieme ad Archie. Il loro scopo era quello di allontanare i clamori, allontanare l'attenzione dalla loro persona ma a distanza di giorni l'interesse sui duchi del Sussex sembra non essere sfumato, anzi. Ora che hanno raggiunto un accordo con la regina Elisabetta II e che con la famiglia reale i rapporti sono di civile (non) convivenza, a creare qualche grattacapo ai Sussex potrebbe essere Thomas Markle, papà di Meghan.

L'uomo, ormai da anni in lotta con sua figlia, ha fatto una minaccia ben precisa a Meghan Markle, dichiarando che è disposto a rilasciare un'intervista al mese fino a quando la duchessa non deciderà di chiamarlo e non gli presenterà il principe Harry ma, soprattutto, il piccolo Archie. Thomas Markle ha parlato a distanza di qualche giorno da quando è stata attuata la Megxit e l'ha fatto con Piers Morgan per l'emittente inglese Itv. Nonostante non abbia mai vissuto da vicino la vita a corte, visti a rapporti pressoché inesistenti con sua figlia, il signor Markle ha definito "imbarazzante e dolorosa" per la regina la scelta di lasciare il Regno Unito per trasferirsi in Canada.

Parole dure per Thomas Markle, che parla senza filtri e si dice pronto a creare guai a sua figlia e a suo marito se Meghan non acconsente di parlare con lui. Quello che sta cercando di attuare il padre della duchessa di Sussex sembra essere un vero e proprio ricatto, visto che all'emittente inglese ha dichiarato che se lui dovesse parlare a ruota libera potrebbe causare grandi problemi a Meghan e a Harry. Certo, il suo comportamento appare quanto meno contraddittorio dal momento che ha sempre dichiarato di voler chiarire con sua figlia ma a tal proposito ha dichiarato che ormai, arrivati a questo punto, ritiene questo l'unico modo per arrivare alla riconciliazione. "Non voglio rimanere zitto nel mio soggiorno per il resto della mia vita, aspettando che qualcuno mi chiami e entri in contatto con me", ha detto Thomas Markle, che non è fermato solo a questo tipo di minacce contro sua figlia.

L'uomo, infatti, si è anche detto pronto a testimoniare contro Meghan per una causa intentata dall'attrice contro alcuni tabloid inglesi. Thomas Markle è già il principale testimone nel processo che vede i duchi confrontarsi contro il Mail on Sunday per un procedimento avviato dopo la pubblicazione di una lettera privata di Meghan a suo padre. Da quella lettera, il giornale avrebbe avviato una presunta campagna di notizie fake contro la duchessa.