Milly Carlucci e la nuova stagione di "Ballando con le stelle": "Così si mette il talento al centro della vita"

Milly Carlucci: "Nel cast di Ballando con le Stelle ci sono persone che mettono al centro della loro vita il talento, le storie di passione diventano anche storie di bellezza”

Milly Carlucci e la nuova stagione di "Ballando con le stelle": "Così si mette il talento al centro della vita"

Sabato 16 ottobre prende il via in prima serata su Raiuno “Ballando con le Stelle”, il talent show condotto da Milly Carlucci dove tredici Vip, guidati dai maestri storici del programma e da alcune new entry, vere star internazionali della danza, saranno pronti a mettersi in gioco Ognuno di loro porterà sulla pista qualcosa di nuovo, non solo potenzialità e tecnica nel ballo, ma anche aspetti della personalità che mai prima d’ora aveva mostrato in pubblico. Ogni coppia porterà in scena il suo personale viaggio, che li condurrà puntata dopo puntata alla finalissima di questa 16° edizione. Queste le coppie in pista: Andrea Iannone - Lucrezia Lando; Al Bano - Oxana Lebedew; Arisa - Vito Coppola; Alvise Rigo - Tove Villfor; Bianca Gascoigne - Simone Di Pasquale; Fabio Galante - Giada Lini; Federico Lauri - Anastasia Kuzmina; Memo Remigi - Maria Ermachkova; Mietta - Maykel Fonts; Morgan - Alessandra Tripoli; Sabrina Salerno - Samuel Peron; Valeria Fabrizi - Giordano Filippo; Valerio Rossi Albertini - Sara Di Vaira. Ognuna di queste coppie al termine della puntata potrebbe essere eliminata, ma, tutte a distanza di qualche settimana, avranno la possibilità di rientrare in gara a condizione, però, di continuare a studiare con impegno e costanza. “Questo programma mette insieme un racconto narrativo e delle varianti ogni volta diverse, è un’operazione televisiva e umana; quando si libera il corpo non si può fingere”, afferma il direttore di Raiuno Stefano Coletta che, per descrivere meglio il programma del sabato sera cita perfino il quadro di Matisse “La Danza”. Nello spazio dedicato al “Ballerino per una notte”, Milly Carlucci per la prima puntata di questa edizione ospiterà una vera istituzione della televisione italiana: Pippo Baudo. Abbiamo incontrato Milly Carlucci al termine della conferenza stampa del programma e le abbiamo fatto qualche domanda….

Cosa cambierà nel programma rispetto allo scorso anno?

“Non ci sono cambiamenti di formula perché Ballando con le Stelle non può che essere quello che è; ciò che è cambiatissimo è il cast nuovo che ci porta altre emozioni, un altro modo di essere, sarà una narrazione diversa. Si tratta di un cast composto da persone che non hanno mai vite grigie e banali e che hanno posto al centro della loro vita il talento. Storie di passione che diventano anche storie di bellezza. Al nostro gruppo si aggiunge quest’anno Alessandra Mussolini in una veste irrituale, lei si definisce una diversamente opinionista, senza fissa dimora oppure anche senza posto fisso”.

Quale raccomandazione fai ai concorrenti? “Io raccomando semplicemente di stare calmi e comunque di arrivare in fondo alle perfomances con faccia tosta senza preoccuparsi per eventuali sbagli sui passi”.

E’ difficile rimanere super partes? C’è qualcuno per il quale tifi in modo particolare?

“Io sono un po' come una mamma, un allenatore del gruppo.. per cui ho una grande passione per ognuno di loro. Non tifo per qualcuno in modo particolare”.

Quali sono gli stili di ballo che i componenti del cast fanno più fatica ad imparare?

“Noi teniamo gli stili più classici che richiedono preparazione: slowfox, foxtrot, salsa, rumba … Ma sono cose e gusti individuali; c’è chi preferisce partire da una salsa scatenata perché ce l’ha nel sangue e magari ha più difficoltà a fare un valzer e viceversa. La difficoltà nell’imparare i vari stili di ballo è un fatto personale”.

Cosa ci dobbiamo aspettare da questa edizione di Ballando?

“Sorrisi e leggerezza”.

Ultimamente sei diventata molto social. Serve parecchio in termini di ascolto?

“Il mondo dei social non combacia con quello della televisione, c’è una percentuale di persone che guardano la televisione avendo in mano anche i social per commentare, poi c’è gente che sta solo sui social e gente che guarda solo la televisione. Dobbiamo mescolare questi mondi. Noi di Raiuno abbiamo l’obbligo di andare verso i più giovani per creare il pubblico di domani; quind i bambini, gli adolescenti, i giovanissimi sono per noi una sorta di meta. Noi vorremmo includere nel nostro modo di raccontare la televisione anche le generazioni più giovani”.

Uno dei segreti dello show è l’abbinamento concorrente-maestro…Come avviene?

“Da una serie di discussioni che facciamo con gli autori perché tutti noi conosciamo i nostri maestri; per formare il cast facciamo vari colloqui con i personaggi durante l’anno Poniamo attenzione al carattere ma anche all’aspetto fisico e all’età. Facciamo congetture per cercare di trovare una quadra”.

Ballando con le Stelle viene realizzato al Foro Italico di Roma…la seconda casa di Raffaella Carrà..

“Sabato ricorderemo anche Raffaella Carrà … Non dimentichiamoci che è stata una donna e un’artista strepitosa! E’ stata esempio e apripista per tutte noi donne che ci siamo evolute dall’essere considerate semplicemente delle belle figurine accanto ad un conduttore. Col suo esempio e dopo di lei siamo diventate anche autrici, capoprogetto, direttori artistici… Ma lei è stata l’antesignana!”

Commenti