The Moment, il film in cui il vero regista è il pubblico

Uno studio portato avanti da un giovane regista inglese potrebbe cambiare radicalmente il mondo del cinema, questo è "The Moment"

The Moment, il film in cui il vero regista è il pubblico

Si sta superando la frontiera della fantascienza quando si parla di The Moment. Un giovane regista inglese ha messo in pratica un nuovo tipo di esperienza che, presto o tardi, potrebbe cambiare radicalmente il cinema e il modo in cui si relaziona con il pubblico. La notizia è trapelata grazie al MIT Teconological review.

Richard Ramchurn è uno studente laureato all’università di Nottingham e, oltre ad essere un regista affascinato dalle nuove tecnologie, ha alle spalle un gavetta fatta di cortometraggi e video musicali. Solo recentemente ha applicato le sue conoscenze in campo cinematografico con le nuove scoperte tecnologiche. La sua idea è molto semplice. Il giovane regista ha intenzione di realizzare un film che può essere controllato dalla mente umana, indossando una cuffia particolare che rivela le onde celebrali.

Attivando questa cuffia, infatti, musica e trama cambiano ogni volta a seconda dei percorsi emotivi del cervello. E qui nasce The Moment, un cortometraggio ambientato in un futuro oscuro, in cui le interfacce cervello-computer sono diventate realtà.

Secondo il luminare della cinematografia moderna, per vedere The Moment, basta indossare una cuffia che monitora il livello di attenzione delle onde celebrali attraverso un’impercettibile stimolazione elettrica, secondo un percorso già sperimentato da alcuni psicologi e sociologi ad inizio degli anni ’60. I dati sono poi elaborati da un software ideato proprio dal regista e utilizzati per modificare il montaggio delle scene. Potrebbero esistere ben 101bilioni versioni differenti dello stesso film.

Ovviamente il progetto è ancora in fase di sperimentazione, ma il trailer di The Moment è stato mostrato a Nottingham di fronte ad una platea di 8 persone, dover una sola di queste ha potuto controllare la trama. Il film sarà presentato ufficialmente allo Sheffield International Documentary Festival, sperando che l’idea di Ramchurn, possa funzionare alla perfezione.

Tag

Commenti

Grazie per il tuo commento