Morto il custode del mondo di Tolkien

Christopher, figlio del genio del fantasy, ha ridisegnato la Terra di Mezzo

Suoi i disegni originali delle mappe del Signore degli anelli, sua la curatela di gran parte delle opere postume del padre, John Ronald Reuel Tolkien (1892-1973), lo scrittore diventato un vero e proprio nume tutelare del genere fantasy nel mondo. Christopher John Reuel Tolkien, professore di lingua inglese al New College di Oxford (1964-1975), ha ereditato l'enorme mondo mitologico e magico creato dal padre e per anni ha cercato di mettere ordine in quest'enormità e di tutelarne la trasmissione e la memoria. Non senza grandi polemiche. Ora il custode se ne è andato. È morto ieri, a 95 anni, nella cittadina di Draguignan, in Francia, dove si era trasferito da anni lasciando l'Inghilterra. Priscilla Tolkien sua sorella, nata nel 1929, è ora l'ultima figlia sopravvissuta del grande scrittore. A diffondere la notizia è stata la Tolkien Society, con le condoglianze alla famiglia.

Oltre ad aver rivisto tutte le mappe de Il Signore degli Anelli (firmandole con la siglia C.J.R.T.) per trarne una versione definitiva (Tolkien senior le aveva più volte ritoccate senza giungere mai a una versione definitiva) a lui è dovuta l'uscita del Silmarillion nel 1977. Quest'opera potentemente mitopoietica era, proprio perché visceralmente rielaborata da J.R.R. Tolkien, anche decisamente incompiuta. Una sorta di contenitore. Christopher, lavorando con lo scrittore fantasy canadese Guy Gavriel Kay, riuscì a dare una forma al testo. Si tratta però di un'opera molto dibattuta, poiché gran parte della sua forma finale è stata modificata per far combaciare i fatti narrati con i canoni della Terra di Mezzo fissati dalla trilogia principale. È stato seguito da altri materiali rielaborati da appunti e progetti di Tolkien senior: i Racconti incompiuti nel 1980, The History of Middle-earth (13 volumi) tra il 1983 e il 1996, I figli di Húrin nel 2007 basato su alcuni appunti lasciati dal padre. A quest'ultimo progetto Christhopher ha lavorato per 30 anni, ma fu duramente criticato. Si parlò di nuovo di testi stravolti. Ma anche Christopher lamentava che il lavoro del padre fosse poco rispettato. Aveva ampiamente criticato il progetto cinematografico del Signore degli Anelli di Peter Jackson.

Del resto la Terra di Mezzo è un sogno così grande che è davvero difficile immaginarla tutti allo stesso modo (oltre ad essere un sogno che fa business). È anche un sogno pesante, quasi quanto l'anello del potere, e Christopher Tolkien l'ha portato a lungo sulle spalle. A torto o a ragione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.