È morto James Caan, il Sonny Corleone de Il padrino

L'attore aveva 82 anni: l'interpretazione del figlio de Il padrino gli è valsa una candidatura agli Oscar come miglior attore non protagonista

È morto James Caan, il Sonny Corleone de Il padrino

È morto a 82 anni l'attore James Caan. "È con grande tristezza che vi informiamo della morte di Jimmy la sera del 6 luglio", ha annunciato la famiglia di James Caan in un tweet pubblicato sull'account dell'attore. Il suo manager ha successivamente confermato la notizia. Deve la sua notorietà principalmente all'interpretazione di Sonny Corleone nella saga de Il padrino, ruolo per il quale ebbe una nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista. Tra le sue interpretazioni più note anche Misery non deve morire.

Ma la sua carriera inizia ben prima de Il padrino. James Caan ha partecipato alle riprese de Gli intoccabili nel 1962, anche se la sua prima vera interpretazione in un film è quella di un minaccioso criminale nel thriller Un giorno di terrore, nel 1964. Da quel momento la sua carriera inizia ad accelerare e appena due anni dopo appare in El Dorado con John Wayne. La sua visibilità è ormai ampia e da lì a poco iniziano ad arrivare anche i primi riconoscimenti. In particolare, la critica tesse per lui grandi lodi per la sua interpretazione di un giocatore di football che ha subito danni al cervello nel film Non torno a casa stasera, girato nel 1969 e diretto da Francis Ford Coppola, il regista che gli cambierà la vita.

Infatti, nel 1971 Coppola decide di chiamarlo per interpretare Sonny Corleone ne Il padrino. Con quel film, per lui inizia la grande avventura di Hollywood, che durerà per oltre un decennio. Nella sua carriera, James Caan ha avuto il grande pregio, e la straordinaria bravura, di non legare il suo nome a quello del mafioso e cattivo. Ha interpretato vari ruoli senza mai fossilizzarsi e dopo lo straordinario successo della pellicola di Coppola si annoverano Un grande amore da 50 dollari del 1973, Una strana coppia di sbirri l'anno successivo, 40.000 dollari per non morire nel 1974, Killer Elite 1975, in coppia con Robert Duvall, e Rollerball, sempre del 1975.

La sua bravura viene riconosciuta al punto che nel 1978 ottiene una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 6.648 di Hollywood Boulevard. Nel 1981 appare in Strade violente, diretto da Michael Mann, dove impersona un ladro professionista. Questo film è oggi considerato un film noir classico e l'interpretazione di Caan è considerata vicina a quella fornita in Il padrino. Torna al cinema nel 1987 quando Francis Ford Coppola lo chiama per interpretare un sergente in Giardini di pietra, un film sugli effetti della guerra del Vietnam.

Commenti