"Non si chiama Alfo...". Rita Dalla Chiesa contro i soprannomi del Gf Vip

I soprannomi stucchevoli attribuiti dai concorrenti ad Alfonso Signorini infastidiscono la storica conduttrice Mediaset, che sui social non nasconde il proprio disappunto

"Non si chiama Alfo...". Rita Dalla Chiesa contro i soprannomi del Gf Vip

Dal divano di casa, Rita Dalla Chiesa non si è trattenuta e ha espresso il proprio disappunto sui social. Un commento veloce, scritto d'istinto e poi via: subito pubblicato in rete. Proprio come fanno migliaia di telespettatori, che ormai guardano la tv con lo smartphone in mano e commentano sul web quanto accade in diretta. La modalità interattiva di visione ha coinvolto anche la storica conduttrice Mediaset, che ieri sera si è lasciata andare a uno sfogo riferito in particolare al Grande Fratello Vip.

Mentre stava seguendo le vissitudini ormai surreali del reality show di Canale5, tra veleni, duri scontri e crisi sentimentali diluite in più puntate, Rita se l'è presa con un vizio degli inquilini della casa di Cinecittà: quello di chiamare il conduttore Alfonso Signorini con dei nomignoli. Manco fosse un loro amico del cuore o un confidente di vecchia data. Con il passare delle settimane, infatti, il presentatore del programma è diventato per alcuni "Alfo", per altri "Alfi". Di tanto in tanto spuntano pure delle varianti, ma sempre con una costante: l'ultima vocale del soprannome viene trascinata in una sorta di insopportabile cantilena. Il vezzo diffusosi al Gf ha disturbato la telespettatrice Rita Dalla Chiesa, che su Twitter non si è trattenuta.

"Si chiama Alfonso, non Alfo!!!!!!!", ha sentenziato l'ex conduttrice di Forum sui social, aggiungendo anche l'hashtah #Alex riferito con tutta probabilità al concorrente Alex Belli, che proprio in quel momento stava parlando con Signorini in vista della sua uscita definitiva dalla casa di Cinecittà. Ovviamente, il dialogo con il conduttore era infarcito da continui "Alfo..." che hanno indispettito Rita. Anche altri spettatori, peraltro, hanno evenziato la noia provocata da quel nomignolo. "Ho notato anch'io con fastidio questo diminutivo lezioso! Ma quanto è stucchevole!", ha scritto una utente a commento del post. Poco prima, la storica conduttrice del Biscione aveva anche commentato un altro programma della serata, ovvero la fiction Makari in onda per l'ultima puntata su Rai1. "Stasera ultima puntata. Perché solo tre? È una fiction bella, che ti prende, loro sono bravi e il paesaggio e le musiche meravigliose. Tre puntate troppo poche", aveva twittato, rivelando il proprio apprezzamento per la miniserie con Claudio Gioè.

Non è certo la prima volta che l'ex padrona di casa di Forum si occupa di sfaccettature televisive sui social, anche con tono polemico. Lo scorso mese di dicembre, ad esempio, aveva lamentato su Twitter la tendenza diffusa di "cancellare" il Natale dalla tv in favore di una comunicazione più inclusiva.

Commenti