Pasquale Laricchia: "Victoria Pennington una bugiarda, va punita"

Pasquale Laricchia replica alle accuse di violenza da parte di Victoria Pennington portando prove e testimonianze a suo favore: "Una diffamatrice"

Pasquale Laricchia: "Victoria Pennington una bugiarda, va punita"

Continua la querelle tra Pasquale Laricchia e Victoria Pennington: dopo essere stato accusato di violenze nei confronti della ex fidanzata, quindi, l’ex volto del Gf Vip ha avuto modo di difendersi a Domenica Live.

Invitato da Barbara d’Urso, che qualche settimana addietro ha dato voce all’americana, Pasquale ha portato una serie di prove e testimonianze che confermerebbero che le accuse di Victoria sono del tutto infondate. “Quando l’ho lasciato, ho scelto di vivere evitando di rimanere in una situazione molto violenta – aveva raccontato la Pennington ai microfoni di Canale 5 - . L'ultima volta ha corso dietro di me, io sono andato in stanza da letto. Mi ha dato così tanti pugni che io ho smesso di respirare, ho rischiato di morire se me lo avesse fatto un'altra volta”.

Accuse forti quelle di Victoria alle quali Pasquale ha scelto di replicare pubblicamente. “Lei è una bugiarda, diffamatrice – ha sbottato lui - . Quando dice che è andata dalla polizia, ha diffamato la Questura di Bari. Non è mai andata dai carabinieri e dalla polizia. Non sono mai stato convocato”. A riguardo, poi, Pasquale ha aggiunto: “Una volta sono venuto i carabinieri per cercarla. Mio padre era il suo tutore. Non pagava le tasse. La cosa più assurda che, nel settembre 2005, su Di Più, sosteneva: 'Pasquale te lo dico, sei il mio uomo ideale. Ho sbagliato a dubitare di te’. Lei mi voleva sposare”.

Portando con sé una serie di articoli di giornale, quindi, Laricchia ha voluto mostrare come, nonostante le accuse di Victoria, un tempo lei lo dipingeva come il suo uomo ideale. Secondo quanto riportato dal gieffino, inoltre, la sua relazione con l’americana sarebbe finita per motivi di denaro. Lei, a suo dire, era abituata a fare una vita agiata e, in più di un’occasione, avrebbe contratto debiti che lui è stato costretto a saldare. “Sperperava denaro, le ho levato la carta di credito. Nel momento in cui le ho tolto il gioco dalle mani, se n’è andata – ha continuato a raccontare lui - . Ho dovuto far un lavoro gratis per saldare 12mila euro di debito di vestiti. L'hanno cacciata dall'agenzia perché aveva accumulato dei debiti. Faceva debiti dappertutto. Amava fare la vita agiata”.

Certo che la Pennington abbia usato la “buona fede di Barbara d’Urso” per un po’ di visibilità, Pasquale ha tuonato ancora contro la ex invitando la polizia di Stato a denunciarla. “Ha diffamato anche la polizia di Stato dicendo che non le era stata data la possibilità di fare la denuncia – ha precisato lui - . Spero che la denuncino, qualcuno deve punire questa bugiarda”. A supporto di Laricchia, quindi, è intervenuta anche la sua attuale compagna, madre della figlia Stefania. “Stiamo insieme dal 2007, sono tredici. Stiamo insieme da tanto tempo – ha detto Loredana - . Non voglio fare polemiche, voglio portare la mia testimonianza: penso che una persona che sta con un uomo da tredici anni possa essere la prova, posso dire solo cose belle di Pasquale”.

Commenti