Pasquale Di Nuzzo: "Da Amici a Don Matteo, sognando il cinema"

Il ballerino e attore della dodicesima edizione di “Amici” si racconta nella nostra rubrica “Gli ex di Amici”. Attualmente Pasquale è sul set per terminare la stagione di “Don Matteo”, il suo personaggio Jordi vivrà un momento difficilissimo della sua vita nella prossima puntata

Nel 2013 inizia la sua esperienza ad “Amici di Maria De Filippi” e da quel momento la sua vita è cambiata. Pasquale Di Nuzzo era uno dei ballerini della dodicesima edizione del talent show di Canale 5 e faceva parte della Squadra Bianca di Emma. Poi è arrivato il Sud America e la Disney, prima con la produzione “La nuova vita di Violetta” e soprattutto “Soy Luna”. Oggi Pasquale è uno dei protagonisti di “Don Matteo”, dove presta il volto a un ragazzo che ama la danza (non è un caso), la cui vita cambierà violentemente. Pasquale Di Nuzzo si racconta per la nostra rubrica “Gli ex di Amici”.

Il 19 gennaio 2013 entri nella scuola di “Amici” e la tua vita cambia. Rifaresti tutto?

“Non mi pento di nulla di quello che ho fatto, ho mirato a scelte consapevoli, non rinnego nessuna esperienza. Meno male che ho fatto Amici! È stato l'inizio di tutto, ero molto acerbo e giovane, è stata la mia prima esperienza televisiva e ho imparato tantissime cose anche dal punto di vista lavorativo. La passione è aumentata rispetto a prima, durante e dopo 'Amici' ho approfondito col canto e la recitazione. Venendo da un piccolo paese non avevo possibilità economica per approfondire anche altri campi artistici, così ho cercato di assorbire il più possibile in quei mesi”.

Al serale hai fatto parte della Squadra Bianca di Emma, cosa ti ricordi di lei?

“Siamo ancora in contatto, anzi ci siamo visti proprio recentemente a Milano. La stimo molto come artista e come persona perché ha una determinazione come pochi. La sua coerenza e lealtà sono ammirevoli. Tra me e lei non è cambiato nulla in questi anni, è sempre presente e c'è sempre. Sapeva della mia nuova esperienza lavorativa con 'Don Matteo. È informatissima”.

A proposito di “Don Matteo”, interpreti Jordi Ferrazzoli, un ragazzo che non segue le mode ed è appassionato di danza. Come mai hai accettato questo ruolo?

“Ha avuto una storia molto lunga. La proposta arriva a novembre 2018, quando ero ancora in Argentina e stavo girando la serie per la Disney. Mi hanno convocato e così ci siamo accordati per un provino in video. Mi avevano solo detto che era un personaggio che amava il ballo. Ero felicissimo per questa opportunità, anche perché conoscevo bene la serie. Poi abbiamo fatto il provino video e a loro è piaciuto molto, era il 2 dicembre 2018. A gennaio-febbraio 2019 non è successo nulla, ero un pochino in apprensione... Fino a quando a marzo sono stato convocato direttamente ed eravamo in quattro a contenderci il ruolo. Non nascondo che ero tesissimo. Quando il mio agente mi ha chiamato per darmi la notizia positiva, mi sono emozionato tantissimo e non riuscivo né a piangere né a essere felice, mi ero letteralmente bloccato. Credo che una botta emotiva così forte non l'ho mai avuta nella mia vita”.

È stato difficile lavorare sul personaggio di Jordi?

“Jordi è un personaggio un po' complesso. Oltre ad essere un ballerino rimane vittima di un incidente e non può continuare con la sua vita di sempre, costretto a dover rinunciare al resto e a tutta la sua vita. Sono sentimenti terribili che non puoi capire fino a quando non le vivi sulla tua pelle o le condividi con chi davvero ha subito questo attacco alla propria esistenza. Così, grazie alla vicinanza e all'aiuto di un ballerino che ha avuto lo stesso problema di Jordi, con un lavoro intenso di un mese e mezzo ho cercato di cogliere tutte le sfumature possibili. Dall'espressione della faccia ai movimenti, mi sono totalmente immerso nel suo mondo”.

Cosa farai dopo?

“Avendo la fortuna di parlare anche lo spagnolo, grazie alla mia esperienza lavorativa in Sudamerica, sto facendo diversi provini anche all'estero. Mi piacerebbe molto cimentarmi in un film d'azione e fantascienza. Ma non ti nascondo che proseguire con la prossima stagione di 'Don Matteo' per me sarebbe bellissimo”.

Sei fidanzato con la tua collega di 'Soy Luna', Giovanna Reynaud. Come procede la relazione a distanza?

“Stiamo assieme da un anno e mezzo. La distanza non è facile, ogni tre mesi ci vediamo. Quello che salva il nostro rapporto è che siamo super impegnati entrambi a lavoro, ma anche attenti alla comunicazione tra di noi. Siamo sempre molto sinceri l'uno con l'altro”.

Segui già la nuova pagina pop de ilGiornale.it?