Pomeriggio5, il veterinario chiarisce l'uso della candeggina: "Ok due cucchiaini in un litro di acqua"

Dopo le polemiche sull'utilizzo della candeggina per la disinfezione delle zampe dei cani, a Pomeriggio5 il dottor Marco Melosi ha chiarito tutto e specificato che non è nociva se usata in concentrazione allo 0,05%, come l'Amuchina

Dopo un weekend in cui gli italiani si sono riscoperti (anche) veterinari, a Pomeriggio5 è intervenuto Marco Melosi, presidente dell'Associazione Nazionale dei Medici Veterinari Italiani - ANMVI. Il medico, uno dei massimi esperti in medicina veterinaria del nostro Paese, ha voluto chiarire il discorso fatto dal suo collega Enrico Zibellini lo scorso venerdì, che aveva innescato una pioggia di polemiche sull'utilizzo della candeggina come disinfettante per le zampe dei cani.

Barbara d'Urso ha dato la parola a Melosi, che non ha rettificato il discorso fatto in precedenza ma ha ha aggiunto alcuni dettagli. La polemica è stata incentrata sulla sconvenienza e, secondo alcuni, pericolosità, di utilizzare la candeggina per la disinfezione delle zampe dei cani: "Il collega faceva riferimento a una diluizione della candeggina. Il messaggio che voleva portare ai proprietari degli animali è che il cloro è molto attivo nei confronti del virus", ha spiegato il medico, appoggiando la tesi dei disinfettanti a base di cloro. "Ovviamente, il cloro è una sostanza irritante e deve essere utilizzata a particolari diluizioni. Ad esempio, sui polpastrelli dei cani si possono impiegare prodotti come Amuchina spray, che ha una concentrazione dello 0,05%. Questo vorrebbe dire che due cucchiaini di candeggina in un litro di acqua danno la stessa concentrazione di cloro presente nell'Amuchina", ha spiegato il dottor Marco Melosi.

E le polemiche delle scorse ore? A quanto pare inutili. Il dottor Enrico Zibellini ha commesso la leggerezza di non specificare il grado di diluizione della candeggina durante il collegamento a Pomeriggio5 ma non ha commesso un errore nel consigliarne l'utilizzo per igienizzare le zampe dei cani. Lo stesso Zibellini, ieri, ha pubblicato un post su Facebook nel quale ha chiarito la sua posizione: "Riconosco che ciò che è stato detto in trasmissione è un messaggio fraintendibile e potenzialmente pericoloso. [...] Ciò che intendo comunicare è che in altre circostanze non ci saremmo preoccupati di lavare con attenzione i nostri animali dopo una passeggiata. Ora l'unica cosa che possiamo fare è usare il buon senso e applicare le norme igieniche comuni", ha scritto il medico prima di entrare nello specifico della sua affermazione fatta a Pomeriggio5. "Il suggerimento di utilizzare disinfettanti molto potenti, come clorexidina o candeggina, nasce dalla situazione di emergenza attuale e dalla quarantena che tutti noi stiamo vivendo [...] è stato incauto da parte mia suggerire in modo sbrigativo una formulazione a base di candeggina senza specificarne le dosi", ha quindi chiarito il dottor Melosi.

Il dottor Marco Melosi, in collegamento con Barbara d'Urso, ha quindi avvallato l'utilizzo della candeggina ma con una concentrazione molto bassa in soluzione acquosa: "Il collega ha detto una cosa giusta, si è solo dimenticato di dire la diluizione." La conduttrice ne ha approfittato per ricordare che finora non sono ancora mai stati riscontrati casi di contagio tramite loro, unendosi all'appello di chi in queste settimane sensibilizza contro l'abbandono.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

GuglielmoCrollalanza

Mar, 31/03/2020 - 12:35

Qualsiasi cosa dica questa "signora" o faccia dire ai suoi improbabili ospiti è un insulto al buon senso e all'intelligenza