Il principe William prova a fare il re, mentre la Regina è in isolamento

Il compito sarebbe toccato a Carlo, in quanto erede al trono. Ma, essendo ultrasettantenne, il Coronavirus potrebbe essere pericoloso anche per lui. Sarà in isolamento nella sua residenza in Scozia

La Regina Elisabetta II è finalmente andata via da Londra. La paura di un eventuale contagio ha avuto la meglio sul suo senso del dovere. Ha raggiunto il suo castello a Windsor una settimana prima rispetto al previsto: i reali sono soliti festeggiare lì le vacanze pasquali. Anche il principe Filippo la sta raggiungendo in elicottero, dopo un periodo di convalescenza passato a Sandringham a seguito di un male "autunnale". Chi si occuperà, allora, della monarchia?

Teoricamente toccherebbe al principe Carlo, il primo in linea di successione. Ma il ministro della Salute, Matt Hancock, ha ordinato ai 70enni di restare a casa. Quindi anche Carlo dovrà rimanere in isolamento nella sua residenza in Scozia, insieme alla moglie Camilla. Secondo i tabloid inglesi, come il Daily Mail, con grande anticipo, sarà William a prendere il posto della regina durante questo momento d’emergenza. Per lui sarebbe il primo vero periodo di prova prima di diventare re.

La legislazione inglese prevede che qualora la sovrana fosse momentaneamente impossibilitata a svolgere le sue funzioni, verrebbe sostituita da un Consiglio di Stato, formato dal consorte, Filippo di Edimburgo, e dalle prime quattro persone in linea di successione che soddisfino le qualifiche, tra cui quella di aver raggiunto i 21 anni di età. Quindi il Principe George, la Principessa Charlotte, e il Principe Louis sono automaticamente esclusi. Per legge, il Consiglio dovrebbe, quindi, essere composto dal principe Carlo, William, Harry e il principe Andrea. Considerando che il Coronavirus potrebbe costituire un pericolo per Carlo (ultrasettantenne), e che Harry e Andrea si sono un po’ allontanati dalla vita di corte, l’unico nome rimasto è quello di William.

"È del tutto ragionevole per il principe William agire come sostituto della regina – ha spiegato lo scrittore ed esperto della Corona Nigel Cawthorne -. Deve esserci una presenza fisica nella monarchia, non può essere solo virtuale. È terzo in linea di successione per il trono e in ottima salute come suo fratello, ed è improbabile che il Covid-19 rappresenti una seria minaccia per lui, sua moglie o i suoi figli. Farà un ottimo lavoro".

Considerando che la maggior parte degli eventi in calendario sono stati rimandati o annullati, il principe William dovrà svolgere solo le attività strettamente necessarie, portando avanti incontri inderogabili, come per esempio quelli diplomatici, permettendo il corretto funzionamento della "macchina" monarchica.

Ma la Royal Family ha trovato una soluzione anche qualora si verificasse una situazione inattesa nell’emergenza, come per esempio l’arrivo di un nuovo royal baby. Se Kate Middleton rimanesse incinta e lei e suo marito fossero costretti a lasciare Londra, la monarchia potrebbe aver previsto due soluzioni: potrebbe richiamare a Londra Harry o nominare in via del tutto straordinaria un altro Consigliere. Secondo il Daily Mail la persona più adatta a ricoprire questo ruolo potrebbe essere Beatrice di York: la principessa è super responsabile, molto vicina alla nonna e ha a disposizione un po’ di tempo libero, visto che il suo matrimonio con l’imprenditore Edoardo Mapelli Mozzi sarà molto probabilmente rimandato.

Per ogni problema c’è sempre una soluzione, e la Royal Family in questo momento di difficoltà ne ha ben tre.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.