Cultura e Spettacoli

"Profumo di capelli bruciati". Sold out l'ultima trovata di Elon Musk

Il miliardario ha lanciato una singolare fragranza venduta a 100 euro a flacone e in soli due giorni Musk avrebbe guadagnato 2 milioni di dollari, così ha scherzato sull'acquisto di Twitter

"Profumo di capelli bruciati". Sold out l'ultima trovata di Elon Musk

L'ultima idea di Elon Musk gli ha fruttato due milioni di euro in due giorni e le macchine di lusso e i bitcoin non c'entrano. L'eclettico imprenditore ha lanciato sul mercato il profumo "Burnt Hair", una singolare essenza ai capelli bruciati, che lui stesso ha definito "la più buona fragranza sulla Terra". Ogni flacone costa 100 euro e a giudicare dalle vendite nelle prime 48 ore dal lancio (20 mila pezzi) la nuova attività sembra essere decisamente redditizia.

"Diecimila flaconi di Burnt Hair venduti. Non vedo l'ora di vedere i resoconti dei media sul milione di dollari di Burnt Hair venduti", ha twittato martedì sera Elon Musk, esultando per il milione incassato in un solo giorno. E il giorno successivo le vendite sono rimaste altissime. "20.000!!", ha scritto ancora su Twitter modificando la sua personale biografia social, definendosi un venditore di profumi e linkando il sito - la sua startup The Boring Company - sul quale acquistare il suo profumo.

"Proprio come appoggiarsi a una candela a tavola, ma senza tutto il duro lavoro" si legge nella pagina di acquisto della boccetta rossa. E ancora: "Distinguiti in mezzo alla folla! Fatti notare mentre cammini per l'aeroporto". Slogan pubblicitari singolari ma sicuramente d'effetto, che sembrano avere fatto centro visto che Musk ha dichiarato di avere incassato due milioni di dollari dalla vendita di "Burnt Hair" e poi ha scherzato: "Con un nome come il mio (muschio in italiano, ndr), entrare nel business delle fragranze era inevitabile, perché l'ho combattuto per così tanto tempo!?".

Il patron di Tesla ha poi ironizzato sul braccio di ferro con i vertici di Twitter sull'acquisto della piattaforma. "Grazie per aver acquistato il mio profumo, così posso comprare Twitter", ha cinguettato poche ore fa, tornando a puntare l'attenzione sull'accordo - che dovrebbe essere raggiunto a breve - per l'acquisto del social network a 44 miliardi di dollari. Elon Musk si era detto interessato a diventare il proprietario di Twitter lo scorso aprile, avanzando un'offerta di acquisto che gli amministratori della piattaforma avevano accettato. A luglio, però, l'imprenditore aveva fatto un passo indietro e l'accordo sembrava essere saltato. Twitter aveva presentato un ricorso e Musk la scorsa settimana ha assicurato che la transazione si farà.

Commenti