R. Kelly accusato di aver fatto sesso con una minorenne

Continuano a piovere accuse di abusi e molestie sessuali su R. Kelly, che ora deve fronteggiare un caso di sesso con una ragazza minorenne

Continuano a piovere accuse sempre più pesanti sul capo di R. Kelly, accusato di molestie sessuali, abusi domestici e pedopornografia. Accusa, questa, che aveva portato all'arresto del cantante lo scorso Luglio. La reputazione del cantante, che è stato anche al centro di un documentario in cui erano state rese note tutte le sevizie che aveva causato alle sue ex partner, continua ad inabissarsi sempre di più.

Page Six riporta oggi la notizia che R. Kelly è stato ufficialmente accusato di aver avuto un rapporto sessuale con una minorenne. Non solo, il procuratore federale di Brooklyn che si sta occupando del caso ha sottolineato che il cantante ha infettato la sua vittima con l'herpes genitale.

L'accusa riguarderebbe una ragazza, che nei documenti legali è identificata con il nome anonimo di Jane Doe numero 5, che R. Kelly avrebbe condotto oltre la linea di confine per avere rapporti sessuali con lei anche se la ragazza era ancora minorenne nel 2015, anno in cui i fatti sono avvenuti. Un destino simile a quello raccontato da Faith Rodgers, altra persecutrice dell'autore di I Believe I Can Fly, che ebbe un rapporto sessuale con Kelly e da cui ebbe, anche lei, l'herpes genitale. All'epoca dei fatti la Rodgers aveva 19 anni e nei documenti del caso è indicata come Jane Doe numero 6.

La Jane Doe numero 5 ha denunciato R. Kelly raccontando che l'uomo l'ha forzata ad avere un rapporto sessuale, nonostante lei fosse ancora minorenne. Se le accuse verranno accettate e accolte in tribunale, il cantante rischia fino a dieci anni di prigione.

Il legale di R. Kelly, Steve Greenberg, ha dichirato che queste nuove accuse non modificheranno il suo approccio al caso. Recentemente, infatti, aveva mostrato un'istanza alla corte in cui si discuteva che la legge dello Stato di New York che vieta il sesso a persone con malattie sessualmente trasmissibili è anticostituzionale perché invade la privacy. Il giudice però non si è ancora espresso riguardo la richiesta e potrebbero volerci ancora giorni prima di conoscere il responso di questa istanza che potrebbe alleggerire appena il peso di accuse sul cantante, dal momento che cancellerebbe quella legata ad aver trasmesso delle malattie sessuali.

Oltre le accuse a Brooklyn, R. Kelly dovrà affrontare anche dei casi a Minneapolis e a Chicago. Non ci sono tuttavia date ufficiali riguardo a quando il caso verrà discusso in processo.


Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.