Le radio italiane per la prima volta insieme per lanciare il «tormentone dei tormentoni»

Tutti i network, da Rtl 102.5 a Deejay a Radio Italia, lanciano un concorso per eleggere il «45 giri più amato degli ultimi 45 anni». Alcune star, da Jovanotti ad Antonacci a Elisa e J-Ax, reinterpreteranno i brani in una nuova versione

Le radio italiane per la prima volta insieme per lanciare il «tormentone dei tormentoni»

La Fase 2 delle radio italiane parte con una iniziativa mai vista: tutti i grandi network (da Rtl 102.5 a Radio Deejay, Radio Italia, Rds, Kiss Kiss, Virgin, 105 fino a Radio2 e Radio24) hanno creato il progetto «I Love My Radio». A 45 anni dalla nascita delle prime radio libere, hanno selezionato un «format musicale» che prevede, da un lato, un concorso per eleggere il 45 giri più amati degli ultimi 45 anni (legenda per i giovanissimi: il 45 giri è il brano singolo...) e dall’altro la reinterpretazione di alcune di queste canzoni da parte di alcune popstar italiane. In campo ci sono Elisa, Biagio Antonacci, Tiziano Ferro (tutti presenti durante la videoconferenza di presentazione) fino a Jovanotti, J-Ax, Ramazzotti, Giorgia, Mengoni, Giuliano Sangiorgi. Ciascuno di loro si concentrerà nella realizzazione di una cover, che poi sarà passata da tutte le radio per una settimana e diventerà anche una compilation. A ottobre un grande evento firmerà la chiusura di questa iniziativa che ha l’obiettivo di superare lo stallo di questo periodo. Ci sarà insomma uno speciale concerto in diretta multipiattaforma in radio, tv e streaming sui canali social di tutte le emittenti. L’iniziativa è stata presentata da un bravissimo Gerry Scotti (uno che, non dimentichiamo, è nato proprio in radio). Ha raccontato con un ritmo da super professionista questa idea di Lorenzo Suraci, presidente del gruppo Rtl 102.5, confermando che è stata costruita «in soli 20 giorni in una serie di aperitivi virtuali in collegamento con tutti i responsabili delle radio». «Un segnale di unità e coesione in un momento difficile», ha detto Gerry. Fin qui la teoria. Ma in pratica quali sono le canzoni? Si va da Non sono una signora di Loredana Bertè a Luna di Gianni Togni passando per capolavori pop come Certe Notti di Ligabue, Come mai degli 883, Salirò di Daniele Silvestri, Estate dei Negramaro, Laura non c’è di Nek, La donna cannone di Francesco De Gregori, A te di Jovanotti, Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani fino a Soldi di Mahmood. In poche parole, 45 brani per 45 anni per i 45 milioni di ascoltatori che ogni settimana ascoltano la radio. E chi canterà cosa? Per ora si sa che Elisa ha scelto Mare mare di Luca Carboni, mentre Antonacci si confronterà con Centro di gravità permanente di Battiato e Tiziano Ferro con Perdere l’amore di Massimo Ranieri. Dal 18 maggio fino al 31 luglio si potranno votare le canzoni su www.ilovemyradio.it, da cui si potrà accedere direttamente ai siti di tutte le radio coinvolte. Mentre le televisioni stanno ancora accusando la botta coronavirus, le radio sono già ripartite. E provano, in mancanza di novità, a eleggere il tormentone dei tormentoni tra i grandi brani che in quasi mezzo secolo hanno costruito il pop italiano.

Commenti