Raiuno, Fabio Fazio e le sorelle Parodi ancora flop

Raiuno perde ancora le sfide della domenica. Le sorelle Parodi escono di nuovo sconfitte da Barbara D'Urso, mentre la fiction Le tre rose di Eva tallona il programma di Fabio Fazio

La Rai continua a perdere con Fabio Fazio e le sorelle Parodi. La fiction Mediaset Le tre rose di Eva tallona da vicino Che tempo che fa?, mentre Barbara D’Urso, con Domenica live, continua a surclassare Domenica In.

Il programma della D’Urso ha registrato un 20,7% di share contro il 10,7% ottenuto da Cristina e Benedetta Parodi, mentre Fabio Fazio ha fatto il 14,8%, praticamente pareggiando con la fiction Le tre rose di Eva (14,6%).

I flop targati Raiuno, come già scritto su ilgiornale.it, stanno diventando un grande problema economico. Le due sorelle Parodi costano ai vertici di piazza Mazzini ben 37mila euro a puntata (25mila Cristina e 12mila Benedetta) tanto che si pensa di ridurre il loro spazio a disposizione per trasmettere lo Zecchino d'oro. Il programma di Fabio Fazio ha, invece, un costo di 410 mila euro a puntata, per un totale di 13 milioni e 120 mila a stagione, per quattro anni ma, con il passaggio da Raiuno a Raitre, è sceso da circa il 20% a poco meno del 15% di share. In questo caso la crisi di ascolti di Fabio Fazio non si ferma alla domenica ma perdura anche il lunedì, come spiega ad affaritaliani il deputato renziano Michele Anzaldi, segretario della Commissario di Vigilanza Rai.

“La seconda serata del lunedì di Raiuno – dice Anzaldi - è sempre stata dedicata all’informazione, che fosse Porta a porta o Petrolio. Quest’anno si è deciso di affidarla al presunto re mida degli ascolti, Fabio Fazio, forse pensando di combattere meglio la concorrenza del Grande Fratello. È stata proprio la promessa di ascolti, peraltro, a giustificare il compenso milionario che la Rai dà a Fazio, come hanno riferito i vertici dell’azienda in commissione di Vigilanza”. “Ebbene, - aggiunge - il risultato è stato ai limiti del disastroso: gli ascolti di Fazio sono in ribasso e per ora stanno sullo stesso livello di Vespa e Giammaria, l’informazione è scomparsa e la Rai spende molto di più per il costoso show ‘Che tempo che fa’, di fatto una trasmissione di telepromozione di film, album e libri best seller, non replicabile come un documentario o una fiction. Petrolio, ad esempio, aveva anche risvolti di carattere scientifico. Non si capisce perché proprio a Fazio vengano concessi privilegi di qualsiasi tipo”. E ancora: “Non si è ancora capito perché è stato deciso di stoppare la trasmissione per due settimane, in concomitanza delle ultime due puntate della fiction di Morandi su canale 5, per mettere il Gran premio su Raiuno. Negli anni scorsi i Gp serali sono sempre andati su Raidue: la scelta di metterli al posto di Fazio è servita per tirare su gli ascolti della prima rete, dopo le batoste delle settimane precedenti con Morandi? O forse Fazio non voleva avere contro un concorrente temibile come l’automobilismo?”

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di nordest

nordest

Lun, 06/11/2017 - 18:58

Basta con questo sacco a perdere; è un fallito lodato solo dalla sinistra.

gabriella.trasmondi

Mar, 07/11/2017 - 09:02

'sto fazio.so/rcetto intinto e raccomandato e strapagato dalla sinistra -perché la Rai ce lo impone? . E' una violenza ! Uno schiaffo indecente.

Ritratto di veronika

veronika

Mar, 07/11/2017 - 13:13

basta farsi dare i soldi indietro, no?