Il rap italiano sfonda in classifica: i Club Dogo al primo posto

Il rap italiano sfonda in classifica: i Club Dogo al primo posto

«In Italia è arrivato il grande momento del rap: purtroppo questo succede con un ritardo di 20 anni rispetto agli Usa e di dieci rispetto al resto d’Europa, come al solito». Era quanto dichiarava Jake La Furia dei Club Dogo, oggi primi nella classifica degli album più venduti con Noi siamo il club, a inizio maggio, poco prima di salire sul palco dei Trl Awards come conduttori dello show di Mtv insieme a Valentina Correani.
Jake La Furia, Guè Pequeno e Don Joe sono una delle realtà più vivaci della scena hip hop italiana e nel loro sesto album hanno chiamato a collaborare alcuni nomi rappresentativi del rap nostrano, da J-Ax a Marracash a Giuliano Palma e Power Francers. Oltre a Carlo Lucarelli, di cui sono fan, voce recitante del singolo apripista dell’album Meno felici ma più furbi, un pezzo sui cattivi maestri dei questo paese. I Club Dogo hanno stampato il primo disco autoproducendosi, passando poi per il canale delle etichette indipendenti e giungendo infine a una major, la Universal.
Noi siamo il club contiene la hit Chissenefrega (In Discoteca), un milione di views su Youtube, successo radiofonico e possibile tormentone estivo. Niente è impossibile racchiude la loro filosofia: «mi hanno augurato di non farcela mai / Ora stanno ai miei piedi, fra come un paio di Nike / Niente è impossibile, al microfono infottibile, ho il simbolo dell’euro disegnato dentro all’iride». Il loro tour partirà il 16 giugno dal Carroponte di Milano.

Autore

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento