Spettacoli

"Cerco un pasticcere": l'ultimo ordine della Regina

Annuncio di lavoro a Buckingham Palace: la regina Elisabetta cerca un mastro pasticciere che la segua ovunque, ma se vorrà vivere a Palazzo, dovrà rinunciare a parte del suo stipendio

"Cerco un pasticcere": l'ultimo ordine della Regina

Sua Maestà ha bisogno di un “Demi Chef de Partie”, ovvero uno chef specializzato nella pasticceria di alto livello, come riporta L’Express. Conosciamo la passione della Regina per i dolci, in particolare per le torte al cioccolato però, per entrare nelle cucine del Palazzo reale, il prescelto non dovrà solo saper cucinare manicaretti sopraffini, ma anche dimostrare di possedere determinati requisiti. Inoltre, se vorrà vivere a Buckingham Palace, dovrà fare un’importante rinuncia economica.

Un pasticciere per la Regina

Nell’annuncio di lavoro comparso sul sito della royal family è chiaramente specificato che i candidati al posto di “Demi Chef de Partie” dovranno dimostrare di aver lavorato per almeno un anno in locali a cinque stelle e di avere una preparazione impeccabile. Il comunicato spiega che il prescelto dovrà essere capace di organizzare “vari menu per una vasta gamma di eventi” e continua: “Gli standard e l’attenzione al dettaglio sono eccezionalmente elevati qui e ogni giorno è impegnativo, così è necessario essere un pasticciere ambizioso e qualificato con almeno un anno o due di esperienza. È richiesta esperienza all’interno di cucine a cinque stelle o ambiti simili, ma ciò che stiamo cercando è l’abilità e l’entusiasmo che potete offrire in tutti gli aspetti della pasticceria”.

L’annuncio traccia anche un profilo psicologico del candidato ideale: “Dovete essere perfettamente a vostro agio a lavorare in un team e con le vostre forti abilità comunicative e di adattamento lavorerete in sintonia con i vostri colleghi. Soprattutto dovete avere una evidente passione per il cibo, in particolare la pasticceria e dovrete essere entusiasti all’idea di imparare nuove competenze”. Il pasticciere avrà il compito di seguire ovunque la regina Elisabetta e con un preavviso minimo.

Non dovrà avere problemi a trascorrere l’estate a Balmoral, il Natale a Sandringham e il resto dell’anno tra il Castello di Windsor e Buckingham Palace. Dettaglio da non trascurare: è ovvio che durante le Festività natalizie non verranno concesse vacanze, vista la mole di lavoro che occorrerà per preparare pranzi, cene, dessert e dolci tradizionali. Sua Maestà non si accontenta, come è naturale e l’aspirante pasticciere dovrà confrontarsi con i suoi gusti, i suoi giudizi insindacabili ed essere all’altezza degli impegni istituzionali che lo attendono.

Benefici e rinunce

Il futuro “Demi Chef de Partie” avrà diritto a 33 giorni di ferie, un 15% di contributo pensionistico, vitto e alloggio. Su quest’ultimo punto, però, vale la pena soffermarsi. Se il prescelto vorrà vivere a Palazzo, come leggiamo nel comunicato, “il salario verrà rivisto”. Tuttavia non viene chiarito né a quanto ammonti lo stipendio, definito solo “competitivo”, né di quanto verrebbe ritoccato qualora lo chef decidesse di vivere a Buckingham Palace. Forse questa incertezza è l’unica critica che si può muovere a un annuncio altrimenti perfetto e allettante.

Di solito la Regina offre ai suoi chef un salario di circa 25mila euro all’anno, quindi è possibile che, anche in questo caso, la cifra non si discosti di molto. Di certo lavorare per la Firm non è un compito semplice, richiede dedizione, rigore e sacrificio, però può aprire la strada per una brillante carriera a quanti riescano a entrare nei diversi staff dei membri della royal family. Gli aspiranti pasticcieri hanno tempo fino al prossimo 10 ottobre per sottoporre il curriculum.

Commenti