Rita Pavone si scaglia contro i Pearl Jam

I Pearl Jam presi di mira su Twitter da Rita Pavone, una polemica inaspettata che ha spinto la cantante a cinguettare contro la band grunge americana

Rita Pavone si scaglia contro i Pearl Jam

La colpa dei Pearl Jam? Aver mandato un messaggio al governo italiano cantando una commovente versione di Imagine di John Lennon attraverso la quale invitavano l'Italia a riaprire i porti per i migranti

E Rita Pavone non ci sta, inizia una polemica sul suo profilo Twitter nel quale scrive: "Ma farsi gli affari loro, no?". La cantante italiana attacca la band americana capitanata da Eddie Vedder cinguettando che anche gli Usa hanno problemi in materia di immigrazione, non è corretto fare la morale ad un altro paese.

Rita Pavone dopo questo tweet è stata duramente criticata dagli utenti, i quali l'hanno definita xenofoba e razzista. La cantante però ha avuto modo di replicare, sempre attraverso Twitter, dicendo: "Ai Cip e Ciop che prendono lucciole per lanterne e sparano bordate idiote solo per darsi un contegno da chi conosce il mondo a menadito e magari non è mai andato al di là dei 200 km da casa propria, rispondo che ritengo poco etico e altamente opportunistico".

La polemica è continuata, sempre a colpi di cinguettii e la cantante ha continuato a rafforzare la propria tesi dicendo che non è giusto fare concerti e comunicare un proprio pensiero per un determinato argomento: "...approfittare di un proprio concerto per dare consigli, pur cantando una meravigliosa canzone ad altri. Se ci tieni a dire la tua , fai un concerto ad hoc per quella causa. Come fecero con Live Aid Michael Jackson è tantissimi altri.".

I Pearl Jam, durante il loro concerto allo Stadio Olimpico di Roma hanno lanciato un messaggio al governo italiano, hanno invitato i politici a riaprire i porti e a salvare le persone perché #SaveisNotaCrime. La critica di Rita Pavone cozza un po' con quanto dichiarato dalla cantante stessa, sempre tramite Twitter, qualche anno fa in cui parlava delle politiche di Trump, in quell'occasione lei si interessò di politica statunitense.