Mrs. Doubtfire, Robin Williams vestì i panni della tata anche nella vita reale

Mrs. Doubtfire è uno dei film più famosi di quelli presenti nella filmografia di Robin Williams. L'attore, morto suicida nel 2014, era così preoccupato della riuscita del film che decise di diventare l'anziana Ifigenia Doubtfire anche nella vita reale

Mrs. Doubtfire, Robin Williams vestì i panni della tata anche nella vita reale

Mrs. Doubtfire - che in Italia è arrivato con il sottotitolo Mammo per sempre - è il film con il compianto Robin Williams che andrà in onda questa sera alle 21.26 su Italia 1. Liberamente ispirato al libro Un padre a ore, Mrs. Doubtfire ha vinto il premio Oscar per il miglior trucco.

Mrs. Doubtfire, la trama

Daniel Hillard (Robin Williams) è un uomo che ha un'indole ancora infantile e sembra incapace di prendersi le responsabilità che competono a un adulto. Questo porta sua moglie Miranda (Sally Field) a chiedere il divorzio: la decisione della donna ha delle conseguenze anche sull'affidamento dei figli. Dal momento che Daniel è un uomo disoccupato e con una vita disordinata, il giudice decide di affidare la custodia dei tre figli a Miranda, mentre Daniel li potrà vedere solo il sabato. Disperato dall'idea di passare così tanto tempo lontano dai suoi figli, Daniel decide di prendere la palla al balzo quando Miranda gli comunica l'intenzione di voler assumere una governante per stare con i bambini dopo la scuola. A questo punto, grazie a trucco e protesi, Daniel decide di trasformarsi in Mrs. Doubtfire, un'elegante e anziana donna inglese che ben presto diventerà una presenza fondamentale per Miranda, che finirà con il confessarle anche l'attrazione per il nuovo arrivato Stuart (Pierce Brosnam).

La "vera" trasformazione di Robin Williams in Mrs. Doubtfire

Senza dubbio il punto di forza di Mrs. Doubtfire è da ricercarsi nell'arte istronica di Robin Williams: un'arte camaleontica che gli permette di scivolare comodamente nei panni dei personaggi più disparati. Nel caso del film di Chris Columbus, però, l'attore ha dovuto fare una doppia sfida: non solo interpretare il padre distrutto da un divorzio che non si aspettava, ma anche celarsi dietro i lineamenti di una donna inglese di una certa età, con tanto di accento britannico e voce camuffata.

La trasformazione di Robin Williams nella governante che si deve occupare dei figli del suo personaggio fu talmente ben riuscita che l'attore riuscì a ingannare persino la sua stessa famiglia. Come viene raccontato dal sito dell'Internet Movie Data Base, persino il figlio dell'attore non riconobbe Robin Williams dietro il trucco di Mrs. Doubtfire: rimase convinto che si trattava di una donna finché Williams non aprì bocca, svelando l'inganno. Secondo la biografia di Robin Williams scritta da Dave Itzkoff, per l'attore era davvero molto importante riuscire a risultare credibile nei panni di Mrs. Doubtfire. Per l'interprete era fondamentale dare a Ifigenia Doubtfire un senso di verosimiglianza e concretezza, senza perciò accontentarsi di portare sullo schermo una macchietta. Per questo l'attore decise di testare la credibilità del suo personaggio anche al di fuori del set.

Durante il periodo in cui Mrs. Doubtfire era in fase di riprese, Robin Williams decise di raggiungere una libreria con ancora addosso il travestimento da Mrs. Doubtfire. L'attore riuscì a fare acquisti e a parlare con il commesso della libreria senza mai venire riconosciuto. Secondo quanto scritto da IMDB, inoltre, Robin Williams si arrischiò a passeggiare per San Francisco con le protesi addosso, per vedere ancora una volta se il suo travestimento potesse funzionare. Anche in questo caso i risultati furono ottimi: al punto che l'attore si sentì sicuro anche di entrare in un sexy shop e comprare un vibratore e altri giochi erotici. A quel punto, convinto della riuscita della costruzione di Mrs. Doubtfire Robin Williams fu più tranquillo e si sentì a suo agio anche nel realizzare le interviste della promozione del film con addosso i panni della vecchia governante.

Commenti