Roby Facchinetti canta per Bergamo. "Rinascerò, rinascerai" finanzia l’ospedale cittadino

Il tastierista dei Pooh ha composto un commovente brano dedicato alla sua città natale insieme a Stefano D’Orazio per raccogliere fondi da destinare all’ospedale Papa Giovanni XXIII

In questa difficile emergenza sanitaria la città di Bergamo è il simbolo di quanto sia drammatica la battaglia contro il coronavirus. Lo sa bene Roby Facchinetti, voce e tastiera dei Pooh, che a Bergamo vive e che nei giorni scorsi ha pianto la morte di amici e conoscenti. Oggi, però, il musicista ha voluto dare un messaggio di speranza ai bergamaschi e all’Italia, scrivendo una nuova canzone e lanciando una raccolta fondi straordinaria per sostenere la terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Attraverso il suo profilo Instagram Roby Facchinetti ha spiegato come è nata "Rinascerò, rinascerai", la canzone inedita scritta a quattro mani con Stefano D’Orazio, ex componente dei Pooh, che da oggi, venerdì 27 marzo, è disponibile su tutte le piattaforme digitali e il cui intero ricavato sarà devoluto in beneficenza. "Dopo aver visto in televisione le immagini dei camion dell’esercito che trasportavano le salme dei miei concittadini – ha scritto sui social Roby Facchinetti - sono stato travolto dall'emozione, il pianto e la rabbia mi hanno portato al pianoforte e in pochi minuti è nata la musica e il titolo di "Rinascerò, rinascerai". È stata un’ispirazione e un bisogno immediato, sentivo che dovevo fare qualcosa, in particolare per la mia città, così duramente colpita”.

È nata così "Rinascerò, rinascerai", una canzone che parla di dolore, fiducia ma anche di riscatto, scritta a sostegno dell’emergenza da coronavirus, in particolar modo per la città di Bergamo gravemente colpita dal Covid-19. I proventi saranno interamente devoluti all'ospedale cittadino. Arrangiata da Danilo Ballo con il mixaggio di Marco Barusso, la canzone di Facchinetti e D’Orazio vede la partecipazione straordinaria anche di un coro fatto di voci bergamasche riunite per l’occasione.

Già dalle prime ore della mattinata il brano è stato scaricato da migliaia di persone e Roby Facchinetti, sempre attraverso i social network, ha ringraziato di cuore i sostenitori del progetto: "Grazie a chi ha acquistato il brano e contribuirà a sostenere i nostri medici, i nostri eroi e le nostre eroine".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.