Salvatore Esposito scherza con Ancelotti: "Propongo il modulo di Oronzo Canà"

Il popolare attore di "Gomorra" si è recato in visita al Napoli, a Castel Volturno, per assistere agli allenamenti della squadra e scherzare con giocatori e allenatore

Salvatore Esposito, svestiti i panni di Gennaro "Genny" Savastano nella serie televisiva Gomorra, è un tifoso accanito del Napoli. Proprio per questo ha voluto far visita alla squadra nel corso degli allenamenti pomeridiani, in compagnia del fratello minore Christian. Attraverso il profilo Instagram della società Calcio Napoli, Salvatore Esposito ha documentato la sua giornata a Castel Volturno con divertenti video social, postati poi nelle stories.

Tra una ripresa e l’altra, qualche battuta con i giocatori e il ricordo della maglia autografata per il fratellino Christian, Salvatore Esposito ha trovato il tempo per scambiare qualche simpatica battuta con mister Carlo Ancelotti. "Mister possiamo farle una domanda, siamo io e i tifosi – esordisce l’attore napoletano – ho chiesto quale modulo utilizzereste? Io ho proposto il 5-5-5 quello di Oronzo Canà (celebre personaggio cinematografico interpretato da Lino Banfi ne "L'allenatore nel pallone" ndr). Tra l’altro ho visto le sue doti attoriali…", scambio di risate tra i due e il tecnico Ancelotti commenta: "Sì tra l’altro ho fatto l’attore quindi..proporrei la Bi-Zona", per citare ancora una volta il celebre film del 1984 dove l’allenatore compare come giocatore della Roma.

L'attore, diventato celebre per la seguitissima serie televisiva Gomorra giunta alla quarta stagione terminata da poco, ha voluto salutare follower e tifosi con un ultimo augurio: "E' stata un'esperienza bellissima, ritorneremo, speriamo quando il Napoli inizierà a lottare per lo Scudetto. Forza Napoli Sempre".

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.