Salvini: "Se avessi rispettato le regole sarebbero arrivati 150mila migranti"

Dal palco di Atreju, Matteo Salvini parla del decreto sicurezza-immigrazione: "Le regole sono fatte per essere cambiate"

Salvini: "Se avessi rispettato le regole sarebbero arrivati 150mila migranti"

La prossima settimana il governo giallo verde porta in Consiglio dei ministri la manovra e il decreto sicurezza-immigrazione. Ad annunciarlo dal palco di Atreju è lo stesso ministro dell'Interno Matteo Salvini. Il vice premier leghista nel suo intervento affronta diversi temi e ribadisce a chiare lettere che "siamo al governo per starci 5 anni". La manovra è un po' la prova del nove per il governo di Conte: "Se l'anno prossimo pagheranno un aliquota del 15% tra 1 e 1,5 milioni di italiani, sarà un grande risultato. Stiamo lavorando per far pagare almeno a un milione di italiani il 15 per cento del loro fatturato".

Ma per pace fiscale, flat tax e reddito di cittadinanza ci vogliono i soldi. E Giovanni Tria sta lavorando per questo. Ma dal palco del festival organizzato da Fratelli d'Italia e Giorgia Meloni, Matteo Salvini si butta anche sul tema immigrazione. Tema molto caldo al leghista. Il decreto proposto dal ministro, infatti, è molto chiaro e vuole frenare l'immigrazione selvaggia.

E proprio parlando di questo, Salvini fa la quadra. Quadra che spesso e volentieri gli è costata un'inchiesta a suo carico (nave Diciotti), offese, minacce di morte e chi più ne ha più ne metta. "Se avessi rispettato tutte le regole - ha detto orgoglioso - di immigrati ne sarebbero arrivati 100-150mila, come negli anni passati. Le regole sono fatte per essere cambiate". I dati, infatti, dimostrano chiaramente che negli ultimi mesi il numero di migranti arrivati in Italia è sceso drasticamente. La linea politica di Salvini sta portando i suoi risultati e se i provvedimenti del governo saranno bocciati dalla Consulta, "discuterò amabilmente con la Corte costituzionale".

Insomma, Matteo Salvini sembra non essere disposto a mollare. Ma soprattutto a deludere le aspetattive di milioni di italiani.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento