Sanremo, Fiorello bacia Ferro. E Bugo se ne va a metà esibizione

Il Festival assegna il primo premio per le Nuove proposte: seconda Tecla. Fiorello torna sul palco vestito da coniglio

Sanremo, Fiorello bacia Ferro. E Bugo se ne va a metà esibizione

Dopo una giornata di polemiche per la battuta di Tiziano Ferro che ha fatto infuriare Fiorello, il Festival di Sanremo riparte da una classifica provvisoria che vede al primo posto Francesco Gabbani con la sua Viceversa. E riparte dai quattro giovani. Proprio per le "Nuove proposte" viene assegnato stasera il primo premio della kermesse canora.

Ma dopo l'esibizione dei Giovani è proprio Fiorello a tornare sul palco dell'Ariston con l'ennesimo travestimento: dopo Don Matteo e Maria De Filippi, lo showman si presente nelle vesti del Cantante mascherato (come l'omonima trasmissione di RaiUno) e in particolare con la maschera del coniglio. Dopo una serie di gag, Fiorello - con tanto di parrucca di Maria De Filippi - si esibisce in Montagne verdi sulla musica di Generale di De Gregori. Nessun accenno a quello che è successo con Tiziano Ferro.

Leo Gassmann vince nella categoria Nuove proposte

Ad accedere alla finalissima per la categoria Nuove proposte sono Tecla con 8 marzo e Leo Gassmann con il brano Va bene così. Ed è proprio quest'ultimo - figlio e nipote d'arte - ad avere la meglio con il 53% dei voti espressi da tre giurie: demoscopica, sala stampa e televoto. Alla seconda classificata va invece il premio Lucio Dalla assegnato dalla sala stampa radio, tv e web, mentre agli Eugenio in via di Gioia con la canzone Tsunami va il Premio della Critica Mia Martini.

Fiorello e Ferro fanno "pace" sul palco

Dopo l'esibizione di Paolo Jannacci, all'Ariston arriva Tiziano Ferro. Poco dopo sale sul palco anche Fiorello e - come previsto - i due duettano sulle note di Finalmente tu, successo portato proprio dall'attore al Festival del 1995. Duetto terminato con un bacio (quasi) sulle labbra, a sugellare la "pace" tra i due. Fiorello conclude: "C'è del bacismo". E Tiziano: "Avevamo detto ad un centimetro. Scusa Victor", dice rivolto al marito.

Accanto ad Amadeus Antonella Clerici e Francesca Sofia Novello

Antonella Clerici, con un voluminoso abito rosso, è scesa dalla scalinata e ha scherzato con Amadeus per le sue gaffes prima e durante il Festival "per garantirsi ascolti stellari". Gaffe come quella sul "saper stare un passo indietro rispetto al proprio compagno" che aveva infiammato l'edizione 2020 fin dalla conferenza di presentazione. E così, quando a solcare i gradini è Francesca Sofia Novello, è lo stesso conduttore che si prende in giro: con una bomboletta di schiumogeno segna il limite dietro il quale la "valletta" non deve stare. Lei di rimando: "Non lasciarmi da sola, stai vicino a me, sono emozionatissima".

Fiorello e il "piscismo"

Fiorello torna sul palco e omaggia Mike Bongiorno. Poi si lancia in un monologo sui 60 anni - che compirà a maggio - e scherza: "Sembro un golden retriver. Ogni cinque minuti cerco un bagno", confessa Fiorello, imitando i suoi coetanei nei bagni dell'Autogrilli. E conclude: "qui si fa piscismo".

L'omaggio a Tony Renis

Sul palco è quindi il momento di Tony Renis che bacchetta Amadeus: "Ieri sera era il 70esimo compleanno del Festival, era la serata delle cover che ho creato io 16 anni fa quando ero direttore artistico, hanno cantato di tutto e tu ti sei dimenticato di far cantare Quando quando quando, la canzone con più cover al mondo". E a Fiorello: "Io ti amo come un figlio, contavo su di te". A quel punto lo showman ha prenso il microfono e si è fatto dirigere dallo stesso Tony Renis in una esecuzione del brano metà in inglese metà in italiano.

Ghali cade dalle scale (ma è uno stuntman)

Entrata ad effetto per Ghali che compare in cima alla scalinata e precipita di sotto. Ma si tratta solo di uno stuntman: il vero rapper è apparso sul palco per intonare un suo medley dei suoi più grandi successi. "Felicissimo di essere qui con voi", dice Ghali, che a seguire canta il suo inedito dal titolo'Good Times.

L'ultimo Sanremo per Vincenzo Mollica

Questo del 2020 è l'ultimo Festival per Vincenzo Mollica come giornalista e inviato del Tg1. Tutto il teatro gli ha tributato l'omaggio con una standing ovation, mentre Stefania Sandrelli, Vasco Rossi e Roberto Benigni lo hanno salutato con video messaggi mandati in onda in diretta. Il giornalista, con accanto la moglie, è apparso molto commosso. Poi ha salutato la sala stampa: "Come dice Rosario mi sono amminchiulutu", ha detto ai colleghi, "Con quel po' di vista che mi è rimasta, cioè niente, vi posso dire con grande franchezza che me la cavo discretamente e mi tolgo dalle scatole perché vado in pensione. Io ho due compagni di viaggio, mister Glaucoma che è un figlio di mignotta e uno è mister Parkinson che mi rende come una canzone di Celentano anni Sessanta. Ma me la cavo: fare il cronista è il mio mestiere, il Tg1 è la mia casa e ringrazio tutti voi. Omerico non fui mai non per mancanza di poesia ma per mancanza di diottria. Una delle regole della mia vita me l'ha insegnata Federico Fellini: 'Vincenzo, non sbagliare mai il tempo di un addio o di un vaffanculo, neanche di un secondo che ti si può ritorcere contro'. Aveva ragione".

Achille Lauro stupisce ancora e raccoglie i fischi

Anche questa sera Achille Lauro fa discutere presentandosi nei panni della Marchesa Luisa Casati Stampa. La nobildonna, figlia di ricchi commercianti di tessuti vissuta a cavallo tra '800 e '900, è stata musa ispiratrice dei più grandi artisti dell'epoca ed è stata una delle protagoniste della bell'epoque a Venezia, città che scelse come il proprio palcoscenico. Dalla sala non sono mancati fischi. In testa, uno scenografico copricapo di piume con inserti di cristalli. Sotto, un abito di chiffon nero completamente trasparente e dei collant tailor made, con motivo geometrico di cristalli neri. E un rossetto estratto da un guanto con cui si è truccato in diretta.

Bugo se ne va a metà esibizione

Attimi di smarrimento quando - a metà esibizione e mentre Morgan cantava - Bugo ha abbandonato il palco tra lo stupore generale. A un certo punto, Morgan mentre cantava si è girato e si è ritrovato solo, ha interrotto l'esibizione, l'orchestra si è fermata, è intervenuto Amadeus chiedendosi e chiedendo cosa stesse accadendo. Morgan ha detto "non so.." ed è andato in cerca del suo partner, il quale - a quanto pare - sarebbe andato via perchè l'altro gli aveva cambiato in corsa il testo della canzone. "Brutte intenzioni e le maleducazioni, la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine e la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa", stava recitando Morgan leggendo da un foglio invece di cantare Sincero. "Giuro che non è preparata", ha precisato Amadeus precipitandosi dietro le quinte. Dopo aver preso tempo e aver fatto esibire Rita Pavone, il conduttore ha sottolineato che nel caso i due non dovessero tornare a cantare verranno squalificati.

"S'è fatta una certa". E Nigiotti sbotta: "Vado in Toscana e torno"

"Si è fatta una certa", sottolinea la Clerici ad Amadeus. Quando a Sanremo è l'1.30 passata, 6 dei 24 Big in gara devono infatti ancora cantare. Enrico Nigiotti, terzultimo ad esibirsi in scaletta e convocato per le 2 meno 5, sbotta: "Faccio un salto in Toscana, porto giù i cani, e torno!".

Bugo e Morgan squalificati

Quando anche Marco Masini, ultimo in scaletta, si è esibito, Amadeus annuncia che Bugo e Morgan sono stati squalificati per aver abbandonato il palco. "Mi dicono che non rientrano", ha spiegato, "Cercheremo di capire cosa è accaduto tra di loro. Mi spiace perché li ritengo due grandi artisti e li ho scelti personalmente perché ritengo che la loro sia una bellissima canzone. Ma questa è defezione e sono squalificati dal Festival di Sanremo".

Il voto della sala stampa

Diodato vince la quarta serata del Festival di Sanremo 2020, è il verdetto della giuria sala stampa. Sul podio ci sono Francesco Gabbani e i Pinguini Tattici Nucleari. A seguire, nell'ordine: Le Vibrazioni (4 posto), Piero Pelù (5 posto), Tosca (6 posto), Rancore (7 posto), Elodie (8 posto), Achille Lauro (9 posto), Irene Grandi (10 ), Anastasio (11 posto), Raphael Gualazzi (12 posto), Paolo Jannacci (13 posto), Rita Pavone (14 posto), Levante (15 posto), Masini (16 posto), Junior Cally (17 posto), Elettra Lamborghini (18 posto), Giordana Angi (19 posto), Michele Zarrillo (20 posto), Enrico Nigiotti (21 posto), Riki (22 posto) e Alberto Urson (23 posto)

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti