Sara Sampaio in topless: "Violentata dai paparazzi"

Non ha per niente gradito di essere stata pizzicata a Saint-Tropez in topless Sara Sampaio, supermodella portoghese classe 1991. L'angelo di Victoria's Secret ha duramente criticato i paparazzi con un lungo messaggio su Facebook, sostenendo di essersi sentita "violentata"

Come vi sentireste se svegliandovi una mattina trovaste foto in topless di vostra figlia venticinquenne su tutti i siti internet?”: inizia con questa domanda una lunga lettera aperta pubblicata su Facebook dalla supermodella portoghese Sara Sampaio, vittima nelle ultime ore di alcuni paparazzi che l'hanno pizzicata a seno nudo a bordo di uno yacht a Saint–Tropez, affermando di essersi sentita "violentata".

Come dimostrano quindi le sue parole, l'angelo di Victoria's Secret non ha per niente gradito l'episodio, criticando con forza su Facebook l'insistenza dei paparazzi, le cui foto hanno in breve tempo fatto il giro del web.

Qualche giorno fa ero in vacanza nel sud della Francia, e non avevo idea che ci fosse qualcuno a grande distanza che con una lente telescopica mi scattava fotografie”, ha spiegato la stessa Sampaio nel suo lungo messaggio. “Alcuni di voi potrebbero dire che sono un personaggio pubblico, che fa parte del gioco. Altri che sono abituata a essere fotografata in costume da bagno”, ha continuato la supermodella.

Spiegando, tuttavia, che esiste una profonda differenza, a suo avviso, tra i due casi: “In quel caso si tratta di lavoro, vengo pagata per essere fotografata e do il mio consenso affinché sia così”. Insomma, continua l'angelo di Victoria's Secret, una cosa è la vita professionale e un'altra la vita privata. “Andiamo tutti a lavorare, alcuni in un ufficio, altri in uno studio. Ma quando torniamo a casa la nostra privacy dovrebbe essere rispettata”, ha spiegato ancora Sara Sampaio.

Viviamo in una società in cui alcune persone sono pagate per spiare la vita degli altri, scattare foto e invadere la loro privacy. Come giovane donna, mi sento come avessi subito una brutale violenza”, continua il messaggio della supermodella. La quale spiega di aver ricevuto anche numerose critiche sui social, in seguito alla grande diffusione delle immagini in questione: “So che non sono perfetta, ben lontana da esserlo, ma questa sono io e lavoro duramente per mantenermi in forma. Eppure sono tutti così veloci a etichettare le donne, a sostenere che questa parte del loro corpo è troppo piccola, o che quell'altra parte è troppo grande”.

Infine, la Sampaio conclude augurando al paparazzo che le ha scattato le foto di non doversi mai svegliare una mattina trovando foto rubate della figlia in topless sul web. E, rivolgendosi alla stampa, spiega: “Vi prego di smettere di pagare alcune persone affinché scattino immagini come queste, alimentando così la sete di coloro i quali spingono le donne a vergognarsi del loro corpo, dimostrando così più amore e compassione”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.