Coronavirus

Se il contagio colpisce gli showmen

Conti e Cattelan positivi costringono a ripensare le conduzioni

Se il contagio colpisce gli showmen

Conduttori positivi, programmi in difficoltà. Come successo in primavera la tv si ritrova ad affrontare una situazione complicata a causa del Covid. Ieri Carlo Conti ha fatto sapere che le sue condizioni di salute sono peggiorate e anche Alessandro Cattelan ha comunicato di essersi contagiato. Dunque si devono trovare soluzioni per mandare in onda ugualmente i loro programmi (visti da milioni di persone che, almeno alla sera, vogliono svagarsi e non pensare al virus). Tale e quale show di venerdì su Raiuno probabilmente verrà affidata a Giorgio Panariello, che è già giurato della trasmissione (la settimana scorsa ha fatto gli onori di casa aprendo la puntata, mentre Conti si è collegato da casa).

Anche per X Factor, in onda domani su SkyUno, si sta pensando a una conduzione da remoto o a una sostituzione momentanea: dipenderà dalle condizioni di Cattelan. Non è però semplice governare il talent canoro della tv satellitare via web, lo show è molto diverso da quello del primo canale: già circolano i nomi di chi ci si potrebbe cimentare, da Alessio Viola di SkyTg24 a Lodovica Comello. Certo è che gli spettatori si dovranno abituare a sostituzioni di programmi e conduttori per parecchio tempo. Intanto entrambi gli showman cercano di tranquillizzare i fan via social. «Ora i sintomi - ha postato Conti su Instagram - ci sono tutti (e anche troppi!!) questo Covid è una brutta bestia. Ma tra tutte le medicine questo bigliettino (quello del figlio Matteo) è la più potente».

Anche Cattelan è coccolato dai figli (rigorosamente tenuti a distanza). «Oggi facendo i controlli periodici di questi giorni ho scoperto di essere positivo al Covid. In attesa di effettuare un test molecolare sono sotto controllo e isolato - ha scritto -. Ludo (la moglie) mi fa trovare fuori dalla camera il piatto per mangiare e per fortuna ogni tanto Nina e Olli mi fanno scivolare un messaggino sotto la porta, quindi sono in ottime mani!»

Commenti