La vera storia dietro a Seven. Sul set Brad Pitt si è rotto il braccio

Seven è uno dei film cult a cui ha preso parte Brad Pitt, ma il motivo per cui l'ex marito di Angelina Jolie ricorderà la pellicola di Fincher è l'incidente avuto sul set

Era il 1995 quando Seven - il film di David Fincher che andrà in onda questa sera su Iris alle 21.10 - arrivò nelle sale cinematografiche, diventando un vero e proprio cult che a distanza di 25 anni continua a essere una pellicola imperdibile. Un successo ottenuto anche grazie alla scelta di un cast ispirato, composto per la maggior parte da delle star di Hollywood.

Tra di loro Morgan Freeman, Brad Pitt, Kevin Spacey e Gwyneth Paltrow, che ultimamente ha fatto parlare di sé più per le sue candele al profumo di vagina che per gli ultimi ruoli ottenuti per il grande schermo.

Seven, la trama

William Somerset (Freeman) è un detective a un passo dalla pensione. Mancano sette giorni al suo meritato ritiro dalle forze dell'ordine: esasperato dalla violenza di cui è stato testimone nella sua carriera, Somerset non vede l'ora di restituire il distintivo. Nell'ultima settimana di lavoro il detective viene affiancato da David Mills (Pitt) un detective molto giovane, quasi alle prime armi, che si distingue soprattutto per il suo carattere impulsivo e quasi arrogante e che lo sostituirà quando la pensione diventerà effettiva.

Una differenza caratteriale, quella tra i detective, che porta i due a partire con il piede sbagliato e a mettere le basi di un rapporto che sembra tutt'altro che pacifico. I due detective, però, sono ben presto chiamati a riporre le loro ostilità quando si recano su una scena del crimine, in cui un uomo obeso è stato costretto a mangiare fino a morire. Per Somerset e Mill è l'inizio di un vero e proprio incubo, in cui dovranno fronteggiare un serial killer che commette omicidi mettendo in scena i sette vizi capitali - da qui il titolo Seven, sette in inglese.

L'incidente di Brad Pitt e il braccio rotto

Brad Pitt ha sempre creduto molto al lavoro fatto in Seven. Come racconta l'Internet Movie Data Base, il regista David Fincher aveva detto ai due attori protagonisti: "Questo non sarà il film per cui verrete ricordati, ma sicuramente sarà quello che vi renderà fieri". Una profezia che per l'ex marito di Angelina Jolie si è dimostrata corretta. Lo stesso Pitt, infatti, ha assicurato più volte che Seven è stato il punto più alto della sua carriera, il film di cui è più orgoglioso.

Il legame con il personaggio di Mills era, per Brad Pitt, così intimo e stretto che, sempre secondo IMDB, il divo comprava e scegliava da solo le cravatte che il suo personaggio avrebbe indossato in scena. Questo perché l'attore voleva che il detective avesse uno specifico senso della moda - quasi inesistente - che aiutasse lo spettatore a incasellarlo immediatamente e a riconoscerlo come un detective che non si curava delle frivolezze.

Ma c'è un altro motivo per cui Brad Pitt difficilmente dimenticherà Seven: durante le riprese si è ferito, rompendosi un braccio e costringendo il regista a fare alcune modifiche. Durante il film c'è una scena in cui il detective Mills insegue il sospettato John Doe tra i palazzi di una Los Angeles infernale, tra le strade rese sdruccelevoli da una pioggia incessante. Durante la scena si vede Mills cadere da una scala antincendio e colpire duramente il selciato. Da questo momento in poi, il personaggio interpretato da Brad Pitt apparirà sempre con il braccio rotto appeso al collo. Tuttavia la gravità di questa caduta non era previsa nella sceneggiatura originale di Seven.

Come ricorda ScreenRant, le riprese della scena portarono Brad Pitt a ferirsi veramente. Durante l'inseguimento, infatti, l'attore vide il suo braccio rimanere intrappolato tra i tergicristalli di una macchina mentre correva a perdifiato. L'incidente portò l'attore a rompersi il braccio in modo così grave da richiedere un intervento urgente di chirurgia. Inoltre, l'incidente di Brad Pitt costrinse David Fincher a cercare un modo per rendere verosimile il fatto che Mills avesse un braccio rotto.

La scelta del regista di Seven era stata fatta non solo per necessità narrative: più che altro, David Fincher non voleva che si bloccasse la produzione del film. C'è da dire, però, che questa scelta portò ad alcune complicazioni tecniche. Come accade in molti film, infatti, Seven non è stato girato in modo consequenziale. Il che significa che alcune scene del film, cronologicamente posizionate prima dell'incidente di Brad Pitt, dovevano ancora essere girate. Così Fincher si è dovuto inventare un modo per riuscire a nascondere il braccio rotto di Brad Pitt quando si dovevano girare scene antecedenti alla caduta di Mills.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.