Silvia Provvedi parla dopo l'arresto del compagno: "A lui rinnovo il mio amore e la mia vicinanza"

Silvia Provvedi ha rotto il silenzio dopo l'arresto del compagno attraverso un post su Instagram nel quale continua a sostenerlo, rinnovandogli sempre di più il suo amore

Dopo lunghi giorni di silenzio, Silvia Provvedi ha rotto il silenzio sull'arresto del compagno Giorgio De Stefano con l'accusa di essere a capo di una 'ndrina insieme a suo fratello. La metà delle Donatella è intervenuta su Instagram condividendo un post che la vede cullare tra le braccia la sua bambina, nata pochi giorni prima dell'arresto del padre. Sono stati giorni concitati per Silvia Provvedi e per sua sorella Giulia, che adesso dovranno rimboccarsi le maniche per dare alla bimba tutta la serenità di cui ha bisogno, mentre la giustizia lavorerà per accertare la verità.

"Ritengo doveroso dire due parole alle tantissime persone che mi vogliono bene e che mi stanno esprimendo solidarietà. Vi ringrazio di cuore, davvero tutti", ha esordito Silvia Provvedi sotto la foto in bianco e nero che la ritrae insieme alla bambina. "Non parlerò più di questa triste vicenda, che ha coinvolto me e tutta la mia famiglia, fino alla conclusione delle indagini, perché penso che sia una mancanza di rispetto nei confronti di una magistratura in cui ho sempre creduto e credo tutt'ora", prosegue la ragazza, che adesso dovrà fare i conti con una realtà inaspettata. Gli uomini della Squadra Mobile di Milano hanno prelevato l'uomo giovedì mattina attorno alle 4, quando De Stefano e la sua famiglia si trovavano a casa di Silvia Provvedi. Pare che l'impianto di condizionamento non fosse funzionante quel giorno nella loro abitazione e così, per dormire serenamente e per garantire alla bambina il miglior clima, hanno deciso di trasferirsi momentaneamente a casa della gemella di Giulia, che li ha accolti a braccia aperte. "Sono venuti a prendermi", avrebbe detto De Stefano quando è suonato il citofono prima dell'alba.

Da quel momento sia Giulia che Silvia Provvedi, che condividono lo stesso profilo Instagram, si sono chiuse nel silenzio in atesa degli accertamenti. Giorgio De Stefano pare fosse un esponente di spicco dell'omonima famiglia, una delle più potenti della zona di Reggio Calabria. A Milano gestiva uno dei ristoranti del centro più alla moda, frequentato da tantissime celebrità. Il suo nome ha iniziato a circolare quando ha deciso di mandare un aereo alla sua fidanzata durante la partecipazione al Grande Fratello Vip. Una frase romantica e una firma, "Malefix", che è stata poi utilizzata per nominare l'operazione condotta dalla Dda di Reggio Calabria, che l'ha portato in carcere. Silvia Provvedi non ha abbandonato il suo uomo ora che lui si trova in difficoltà ma, anzi, continua a sostenerlo: "Al mio compagno Giorgio rinnovo sempre di più il mio amore e la mia vicinanza".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Italianocattolico2

Dom, 28/06/2020 - 11:29

Ovviamente la starlette di turno non sapeva nulla dei traffici e delle estorsioni del moroso. I soldi che buttava all'aria ogni sera erano tutti guadagnati onestamente con la vendita dei gelati agli orsi bianchi....!!

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Dom, 28/06/2020 - 11:37

Oca giuliva

Ritratto di gianluca61

gianluca61

Dom, 28/06/2020 - 13:10

Ad essere buoni tralascerei la segatura al posto delle cellule cerebrali, ma pare che la signorina abbia una vera apropensione per i maschi sbagliati. Ma se per lo sbarellato Corona poteva essere un incidente di "abbaglio" adesso se ne trova uno da formula 1 del male e lo difende pure mi pare che la signorina debba rivedere i propri principi etici e morali oltre a quelli ormonali