"Mio figlio ha imparato a fare il cappio con cui si è impiccato in ospedale"

La cantautrice irlandese è tornata a parlare della morte del figlio, lanciando pesanti accuse contro servizi sociali, ospedale e autorità: "Era stato lasciato andare dopo due tentativi di suicidio"

Sinead O'Connor: "Mio figlio ha imparato a fare il cappio con cui si è impiccato in ospedale"

Non si dà pace Sinead O'Connor per la morte di suo figlio Shane, il cui corpo senza vita è stato ritrovato il 7 gennaio a Tallaght, a sud di Dublino. Il 17enne si è tolto la vita dopo essere fuggito dall'ospedale cittadino, dove era ricoverato da oltre una settimana in seguito a due tentativi di suicidio. "Ovunque tu sia Shane per favore resta con me. Non so come vivrò senza di te", ha scritto su Twitter la cantautrice irlandese, che da giorni sul popolare social sta svelando i retroscena della morte del figlio.

Come ha raccontato sul web Sinead O'Connor, il giovane era affetto da una grave psicosi, che lo aveva portato a tentare il suicidio due volte nell'ultimo mese. Da fine anno, Shane era ricoverato all'ospedale di Tallaght, sorvegliato a vista, ma questo non gli ha impedito di fuggire e di togliersi la vita. La cantante, che sui social accusa lo Stato irlandese e la sanità locale per il mancato controllo sul figlio, ha riconosciuto il cadavere nella tarda giornata dell'8 gennaio: "Ho identificato formalmente i resti di mio figlio, Shane. Il suo viso era tormentato come lo è stato per mesi. Possa Dio perdonare lo Stato irlandese perché non lo farò mai".

La donna promette battaglia alle autorità locali e su Twitter ha lanciato pesanti accuse sulla negligenza di istituzioni e personale sanitario nel gestire i problemi di suo figlio e di altri adolescenti irlandesi affetti da problemi di natura psichica: "Un mese fa Shane è stato portato al CAMHS (Child and Adolescent Mental Health Services) dopo essere scomparso lasciando note di suicidio inclusi piani funebri dettagliati. Ma era stato lasciato andare senza motivo".

Sinead O'Connor ha poi rivelato come il figlio si è tolto la vita e dove ha premeditato l'azione che lo ha portato alla morte: "Indovinate dove mio figlio ha imparato a fare il cappio che lo ha appeso? Ci ha provato una settimana fa e gliel'ho chiesto... mi ha detto che l'aveva studiato al computer nell'ospedale psichiatrico dei bambini a Linndara. Mentre era in cura per psicosi". Accuse durissime di una madre sconvolta dal dolore, ma pronta a dare battaglia alle autorità e ai servizi sociali, che da tempo seguivano il figlio.

Commenti