A #Temptationsisland c'è ognuno di noi: così i rapporti malati ci rovinano la vita

Dalla possessione fuori controllo al tradimento davanti alle telecamere, Temptation Island ci mette in guarda dalle relazioni tossiche

A Temptation Island c'è ognuno di noi: così i rapporti malati ci rovinano la vita

Da qualunque lato lo guardiamo il centro resta sempre lo stesso: Temptation Island è un esperimento sociale. Per lasciare il proprio compagno o la propria compagna in balia di attraenti tentazioni ci vuole un bel pelo sullo stomaco. 21 giorni di vita in una gabbia dorata potrebbero far cadere chiunque nella trappola del leone, soprattutto se il leone è pagato per svolgere al meglio quel compito.

In 10 edizioni di programma, infatti, abbiamo assistito alla qualunque. Dalla gelosia morbosa tendente all'ossessione, al tradimento sotto l'occhio disperato del fidanzato. In questi anni, la televisione ha mostrato storie mai del tutto sane, mai del tutto "lineari". E se queste parole potrebbero stupirvi, fermatevi a riflettere. Ciò che vedete in tv non è l'eccezione che conferma la regola, piuttosto, è la quotidianità (malsana) delle nostre mura domestiche che va in scena. Relazioni lunghe anni che per abitudine non vengono stroncate, fidanzati detti anche "tombeur-de-femmes" che vengono sempre perdonati, fidanzate umiliate fino al midollo e viceversa, coppie decennali non ancora pronte al grande passo (figlio o matrimonio) per motivi non ben specificati, compagni che non si sfiorano manco con un dito da anni. Ce ne sono di ogni colore, sfaccettatura e particolarità. E noi siamo li, a guardarli, a scrutarli, a prendere posizione, a dirci "ma perché sta con quello? Lo deve mollare", a immedesimarci. Ci facciamo portavoci delle idee comuni, del consiglio che daremmo alla nostra amica o che lei darebbe a noi. Poi, però, se ci trovassimo nella loro stessa situazione - il più delle volte - agiremmo come loro. Perché da fuori tutto è più facile, pure mandare all'altro mondo qualcuno.

A ciascuno di noi è capitato di riconoscersi almeno una volta in una coppia di partecipanti o anche solo in un atteggiamento di uno di essi. E il "rivedersi in tv" ha spesso fatto riflettere. Perché riconoscere il proprio modo malato di vivere una storia in quella di altri - con un occhio esterno e distaccato - fa capire che anche la nostra relazione è tossica.

Sia chiaro, nel programma ci finiscono pure coppie (normali) che hanno pochi e risolvibili problemi. Qualche mancanza qua e là, che con un po' di lontanaza e gelosia riaccende la fiammella moribonda. E queste sono le storie tanto belle quanto eccezionali che ci fanno dire "anche io vorrei essere come loro". Ma la maggior parte di noi - nella vita vera - si trova in un cul de sac dal quale non ha la forza di uscire o più semplicemente non ha trovato la scusa alla quale appigliarsi. Certo, considerare il programma meglio o come un terapia di coppia è sbagliato e non è quello che sosteniamo. Temptation Island è soltanto la trasposizione della realtà in tv (con reazioni esagerate e senza filtri), una realtà che spesso fa male e ci fa girare dall'altra parte. Ma allo stesso tempo fa riflettere: per questo occorre guardare il programma con attenzione e spirito critico.

Anche quest'anno le sorprese non sono mancate e le coppie in gara ci hanno fatto "dannare". Manuela e Stefano, Valentina e Tommaso, Claudia e Ste, Jessica e Alessandro, Natascia e Alessandro, Floriana e Federico sono le sei coppie di fidanzati che hanno deciso di affrontare di petto i loro problemi. Tra loro si sono messi 13 tentatori e 12 tentatrici. Ai più gossippari non sarà di certo sfuggito un dettaglio: l'Alchimista di Uomini e Donne. Tra i tentatori, infatti, c'è Davide Basolo. Per chi se lo fosse perso è stato il corteggiatore di Giovanna Abbate che per rendere il tutto più intrigante si presentava in studio con una maschera. A Temptation Island la maschera non l'ha indossata fisicamente, ma l'ha sfoggiata virtualmente per corteggiare Jessica. L'ha fatta cadere fra le sue braccia e, quando lei ha scaricato il suo compagno per tornare da lui, il caro Davide l'ha salutata con un amerevole: "Ora prenditi cura di te stessa".

Ma ora, andiamo a guardare da vicino le sei coppie.

Manuela e Stefano (insieme da 4 anni e mezzo)

Lei chiama il programma perché non si fida più di lui. Lui l'ha tradita in passato. Per 21 giorni Stefano l'ha offesa dicendole le peggiori cose, insultandola, umiliandola davanti alle risate di fidanzati e single. Lei - dopo aver sputato cattiverie - si è subito legata al single Luciano. Anche lui un gran volpone perché dopo averle fatto "il lavaggio del cervello" comprendendo tutte le sue debolezze, l'ha messa con le spalle al muro. Mi baci o te ne vai. E lei ci è cascata. Stefano, invece, si è legato alla single Federica che passa le giornate a piangere perché teme di non rivederlo più. Intanto, quando a lui vengono mostrati i video della fidanzata, spacca qualcosa o si aggrappa alle travi in legno.

Loro sono il tipico esempio di un rapporto segnato dalla mancanza di fiducia, dai tradimenti di lui mai perdonati da lei e dallo stare insieme perché si ha paura di vivere da soli. Al falò lei arriva addirittura a dargli uno schiaffo dopo che lui le ha dato della rifatta e ha vomitato mille altre offese gratuite.

Manuela è fragile, insicura, è completamente abbindolabile (e il single ce la fa alla perfezione). Stefano è un narcisista fatto e finito, egoista e maschilista. Lasciano il programma da separati (ma fidanzati con tentatore e tentatrice) e per la prima volta lei gli dice "non ti amo più".

Nota finale: mentre va in onda la puntata, Valentina Vignali pubblica su Instagram tutti i messaggi che Stefano le mandava quando lui era fidanzato. Chapeau.

Altra chicca: qualche giorno fa, Luciano, durante una diretta Instagram, dichiarava apertamente di essere uscito dal programma da single.

Valentina e Tommaso (insieme da un anno e mezzo)

Lei ha 39 anni e lui 21. Si dice che l'amore non ha età, verissimo. Peccato che lui sia ancora un bambino che davanti al bikini della fidanzata sclera e urla: "Le avevo comprato i costumi interi, avrebbe dovuto mettersi quelli". Tanto affetto, ossessione, gelosia, possessione e divertimento, ma nulla di più. Ah, per intenderci, lui è quello che pare aver consumato con la tentatrice Giulia all'interno del villaggio. Se sul rapporto sessuale completo abbiamo dei dubbi, sui baci con tanto di lingua no. I due hanno fatto tutto sotto la luce delle telecamere.

Lei aveva deciso di partecipare perché devastata da questa gelosia morbosa. Lui, nel corso delle puntate, ammette di essere malato. Di essere un possessivo cronico. Il loro falò di confronto è surreale e mostra tutte le caratteristiche di un rapporto non sano. Dal continuo contraddirsi di lui ("Ho capito che cerco altro. Usciamo insieme?") alle allucinanti giustificazioni di lei ("Io so che lui si è comportato così per colpa mia"). Valentina è una mamma chioccia e sembra nutrirsi della gelosia del fidanzato per poi dirsi esausta. Lasciano il programma separati, ma lui è convinto di poter tornare con lei.

Nell'ultima puntata, è entrata in scena anche la tentarice Giulia. Ha smentito gran parte dei racconti fantasiosi di Tommaso e si rivela più matura di Valentina. Come? Dimostrando che Tommaso ha dei seri problemi e che non si può salvare chi non vuole essere salvato. Valentina, dal canto suo, dice di essere rinata. Ma quando vede l'ex fidanzato fare il "matto", mentire, rimangiarsi le sue stesse parole e chiamarla "amore" va in un brodo di giuggiole perché sente di aver vinto su Giulia. Qui nessuno ha vinto, qui nessuno ha capito che serve un bravo analista. E anche alla svelta.

Aggiornamento dell'ultima ora: i due - nonostante siano single - continuano a mantenere la stessa foto (con tanto di bacio) nei rispettivi profili social.

Claudia e Ste (insieme da 4 anni e mezzo)

Vanno nel programma per vedere se vale la pena sposarsi. Lei temeva che tra loro fosse cambiato qualcosa: "Voglio sposarmi ma non sento quella felicità". Lui ha mantenuto un comportamento impeccabile (anche quando ha preso a pugni il pouf, si è dimostrato un signore. A differenza degli altri, almeno, non ha spaccato mezzo villaggio), lei si è lasciata abbindolare per un po' dal tentatore Luke poi è rinsavita. Al falò di confronto si giurano amore eterno e il 7 agosto convoleranno a nozze. Auguri!

Jessica e Alessandro (insieme da 7 anni)

Coppia di completi sconosciuti. Non fanno l'amore da più di un anno. Manca la passione, la voglia di viversi, la condivisione e tutto è un peso. Lei non tollera lui e lui non tollera lei. Jessica decide di partecipare al programma perché ha capito che tra loro c'è qualcosa che non torna. Lei nel villaggio lega subito con Davide (alias l'Alchimista) e verso la fine pare pure averlo baciato. Lui, per i primi giorni, si dedica solo alla palestra, manco fosse un campione olimpico di sollevamento pesi. All'improvviso si accende anche la sua lampadina e inizia a broccolare con la single Carlotta. Entrambi si fanno la loro storiella tirando addosso all'ex compagno vagonate di m... Al falò sembrano due sconosciuti che si rinfncciano regali e altre cose materiali. Del resto, condividono solo quelle.

La loro è una storia finita diversi anni fa, dovevano solo ammetterlo a loro stessi e rinunciare alla loro quotidianità. Non sembrano nemmeno amici, piuttosto conoscenti. Freddi, distaccati, anafettivi. Mancava solo il coraggio di dirsi addio. Adesso lui frequenta Carlotta e dice di essere felice. Jessica? Non se la passa benissimo visto che si era illusa di ritrovare Davide fuori dal programma: "Ci sentiamo, spero di vederlo". Ma l'Alchimista pare non essere interessato più di tanto. D'altronde, durante tutto il percorso, ha più volte dimostrato una certa insofferenza nei confronti di Jessica. Era pesante pure per lui.

Breve considerazione: tutta la nostra solidarietà al programma e ai proprietari della struttura. Il palestratissimo Alessandro ha distrutto qualunque cosa. Dalle sedie alle statue passando per i vasi. Vi siamo vicini.

Brutta caduta di stile: mentre andava in onda l'ultima puntata, sui social sono spuntate le offensive parole che Jessica scriveva nel 2018 contro Nilufar Addati. Si passa da "sei cessa e scema" a "crepa cessa rumena". Quando la classe non è acqua.

Natascia e Alessandro (insieme da 2 anni e mezzo)

Premessa doverosa: coppia praticamente inesistente e poco intrigante. Lei chiama Temptation Island perché si sente giudicata da lui. Lui la reputa superficiale. Natascia nel villaggio si diverte e riscopre il gusto di sentirsi libera. Se di lui per 21 giorni non si hanno notizie, lei se la spassa e fa pure quello che lui non ha fatto con tanto di interessi. Lega con il single Samuele e balla sulle note "della canzone con cui abbiamo fatto l'amore. E non mi pensa" (sic!). Durante il suo percorso Natascia capisce che si sono fatti del male, mentre lui non tollera lo spirito "selvaggio" di lei "perché mi vuole cambiare".

Arrivano al falò e Alessandro dice che non può perdonarla, ma vuole che escano insieme. Lei si intestardisce e decide di lasciarlo andare. Possibile? Manco per scherzo. Lui si rimangia tutto ed escono felici e contenti. Loro sono il classico esempio di quanto si possa raschiare il fondo per paura di perdere le proprie abitudini: ci si fa andare bene anche quello che odiamo. Ma non è meglio rimanere soli e saldi sui propri principi?

Floriana e Federico (insieme da 2 anni)

Lei chiama perché è convinta che lui non sia più innamorato visto che la sminuisce in ogni cosa che fa e la trascura. Intuizione corretta, considerando che nel villaggio se la spassa fin da subito con la single Vincenza. "Guardalo - dice alle sue compagne - si sta facendo la sua storia d'amore con una coi capelli ricci e più bella di me". E qui lei ci fa tenerezza. Si nota tutta la sua insicurezza, il suo sentirsi inferiore dopo aver passato anni a essere sminuita. I fidanzati si sono permessi addirittura di definirla "cadavere". E lui muto. Lei richiede il falò di confronto ben due volte: il primo va a vuoto, il secondo li fa lasciare. "Mi sono messo in gioco per capire cosa volevo, volevo te. Facevo quelle cose con la single, ma pensavo a te", ha detto lui (classica balla di un traditore seriale). Scusa banale, ma non troppo. Nel suo essere così sottomessa, lei lo ha perdonato (grande delusione da parte di tutte noi. L'avevamo vista tirare fuori le palle per qualche minuto, poi ci ha ingannate) dopo che Federico ha richiesto di vederla.

Loro sono il classico esempio di come l'abitudine distrugga un rapporto, ma allo stesso tempo li tiene insieme. Non hanno il coraggio di mettere il punto a una storia che sta morendo male. Lui l'ha sminuita in tutti i modi tanto da renderla così spaventata da aver paura della sua stessa ombra. Lei ha occhi solo per lui e si lascia convincere da quattro parole buttate lì con tre congiuntivi sbagliati.

Nota di colore: la tentatrice Vincenza pare essere fidanzata da anni. Cosa non si fa per qualche ora di visibilità.

Bene, arrivati alla fine abbiamo tutti gli elementi per capire cosa non vogliamo ritrovare nelle nostre relazioni, quanto sia importante la libertà, il rispetto, la fiducia e il dialogo. Che un compagno non è un oggetto acquistato al supermercato e quindi diventato di nostra proprietà. Che i tentatori e le tentatrici sono pagati per far vivere favole, ma nella vita reale non cascano dal pero. Se esistono, si fatica a crearle e soprattutto a preservarle dopo anni di fidanzamento. Che nella vita reale è più facile trovare problemi, discussioni, disagi ma questi non sono ostacoli: sono le basi da cui partire. E se così non dovesse essere deve entrarci in testa un concetto: a volte è meglio rimanere da soli che vivere una vita da condannati. L'essere soli è sintomo di forza, non di debolezza. Perché nessuno merita di vivere con persone che hanno solo una peculiarità: rovinarci la vita.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti