Tredici: dove eravamo rimasti?

Tredici torna con la sua terza stagione. In vista dei nuovi episodi, ecco un riassunto di quanto successo nella stagione 2

Tredici: dove eravamo rimasti?

Tredici, la serie tv di Netflix che ha scosso il pubblico trattando l’argomento del suicidio e del bullismo tra i giovani, torna con una terza stagione.

Il primo capitolo di Tredici ha raccontato i motivi e le persone coinvolte nel suicidio di Hannah Becker. Le circostanze che hanno portato la giovane ragazza a questo gesto erano contenute in sette cassette. Con la seconda stagione però abbiamo visto che la sua vita era decisamente più complessa rispetto a quanto appreso nei primi episodi.

Nella seconda stagione Tredici ha avuto un tema centrale: il processo della famiglia Becker contro la Liberty High School, ritenuta responsabile della morte di Hannah perché incapace di seguire i giovani e di controllare il fenomeno del bullismo a scuola. Ma durante il processo la difesa della scuola ha fatto emergere altri aspetti, come la fine del matrimonio tra i genitori di Hannah e la relazione del padre con un’altra donna. Ripercorriamo quanto successo negli ultimi episodi in vista della terza stagione, in uscita il 23 agosto prossimo.

Clay

All’inizio della seconda stagione di Tredici vediamo Clay che cerca di voltare pagina. Frequenta Skye Miller, la barista del Monet’s e le cose tra loro sembrano funzionare, almeno all’inizio. Il ricordo di Hannah infatti è ancora troppo forte, tanto da renderla "presente" in ogni scena e distrarlo dalla sua relazione con Skye che infatti si conclude presto. Clay vuole giustizia per Hannah e che Bryce Walker paghi per ciò che ha fatto a lei, a Jessica e a molte altre ragazze. Il suo amore e l’impegno non bastano e anche il dolore per la scomparsa di Hannah non è passato. La madre di Hannah, infatti, gli consegna una lettera della figlia in cui sono indicati i motivi per cui vivere e tra questi, per due volte, c’è proprio lui. La stagione 2 si conclude con Clay che insieme a Tony riesce a far desistere Tyler, vittima dell’ennesimo atto di bullismo, dal fare una strage durante il ballo di primavera.

Jessica

Jessica è una delle vittime degli stupri di Bryce Walker. Ancora scossa per l'accaduto, la sparizione dell’ex fidanzato Justin, il tentato suicidio di Alex, e l’impunità di Bryce, la ragazza tenta di ricostruire la sua vita, ma le parole maligne dei compagni di scuola la portano sempre a rivivere i momenti più brutti. Nel processo della famiglia Becker contro la Liberty High School, Jessica non testimonia dello stupro subìto e solo alla fine della stagione accetta che l’ex fidanzato Justin ne parli in aula per cercare di incastrare Bryce. Per quanto riguarda la sfera sentimentale, vediamo che nel finale di stagione Jessica ritorna con Alex al ballo di primavera e si baciano, anche se poi finisce tra le braccia di Justin, per cui ancora prova qualcosa.

Alex

Nella prima stagione di Tredici, Alex passa dall’amicizia con Hannah e Jessica a far parte del gruppo di Bryce, nel mezzo la sua relazione con Jessica. Poi, dopo il suicidio di Hannah, anche lui decide di togliersi la vita sparandosi in testa. Il ragazzo non muore ma sarà costretto ad usare un bastone per camminare e avrà problemi di memoria, in particolare non ricorda cosa ha fatto Bryce ad Hannah. Solo a fine stagione recupererà i ricordi e avrà il coraggio di invitare Jessica al ballo.

Justin

Tormentato per quello che ha visto fare da Bryce a Jessica, Justin entra nel tunnel della droga e decide di scappare dalla città. Nella seconda stagione Clay e Tony lo ritrovano e lo riportano a casa, ma la sua particolare situazione familiare è un problema. Clay, quindi, decide di ospitarlo in camera sua per fargli recuperare le forze, rimanendo nella famiglia Jensen anche dopo, quando i genitori di Clay apprendono di lui. È l’ultimo testimone al processo contro la Liberty High School e racconta ciò che Bryce ha fatto alla sua ex ragazza Jessica. La testimonianza non basta a far condannare né la scuola né Bryce. Anzi, il suo racconto lo rende complice ed è costretto a scontare sei mesi di carcere, prima di poter uscire sotto l’affidamento alla famiglia Jensen. Nonostante le cose siano migliorate per lui, recuperando anche il rapporto con Jessica, non riesce a smettere con la droga.

Bryce

La morte di Hannah ha diverse cause, ma di sicuro la principale è Bryce Walker. Nella seconda stagione abbiamo visto come lo stupro di Hannah e Jessica non siano stati eventi isolati, ma la prassi per le ragazze che sono invitate nella “Clubhouse”, un capanno nascosto frequentato dal gruppo di bulli e in cui circola droga. La presenza delle ragazze inoltre è documentata con delle scabrose polaroid che potrebbero inchiodare Bryce, ma che vengono rubate da una delle vittime e bruciate per la vergogna. Dopo essere uscito indenne dal processo contro la scuola e con una pena minore per quello che lo vede imputato, Bryce decide di cambiare scuola, ma da quanto si vede dal trailer della terza stagione, con una svolta nella serie tv, sarà lui la prossima vittima.

Zach

Anche se fa parte della squadra di baseball della Liberty High School e del gruppo di bulli di Bryce, Zach nella seconda stagione dimostra di essere diverso da loro. Infatti, aiuta Alex con la fisioterapia ed è la fonte anonima che recapita le polaroid a Clay, in cui si vede ciò che viene fatto alle ragazze alla “Clubhouse”. Inoltre, durante la testimonianza al processo, Zach racconta della sua relazione con Hannah, un rapporto sincero che lo farà apparire come un personaggio differente dal bullo che si credeva e che lo porterà a schierarsi contro Bryce e gli altri.

Hannah

Infine, anche se Hannah è morta, il suo personaggio è decisamente attivo nella serie tv. Attraverso le allucinazioni di Clay, Hannah guida le investigazioni del suo amico-ragazzo, ma la vediamo anche ne ricordi degli altri protagonisti, con le loro testimonianze al processo. In questo frangente in particolare emerge un lato oscuro di Hannah, impensabile con la prima stagione. Con la dichiarazione di un'ex compagna di scuola di Hannah, prima che lei arrivasse alla Liberty High School, veniamo a scoprire che era una bulla, comportamento di cui però si è pentita. Nella prossima stagione di Tredici il tema principale sarà scoprire chi ha ucciso Bryce Walker, ma siamo sicuri che i misteri della vita di Hannah saranno ancora parte della serie tv.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento