Valentina Ferragni vittima della tempesta Denis, bagagli mai imbarcati per la sicurezza del volo

A Londra la sorella di Chiara Ferragni è stata costretta a spedire i bagagli all'interno dei quali aveva medicinali importanti però mai arrivati a destinazione

La tempesta Denis, che sta infuriando sulle coste britanniche e francesi nelle ultime ore, ha già seminato morte e distruzione. Le forti raffiche e la pioggia incessante, che si stanno abbattendo sul nord Europa, stanno rendendo impossibili anche i collegamenti aerei e i disagi sono ricaduti sulle migliaia di passeggeri con migliaia di voli cancellati e atterraggi di emergenza. Tra coloro che si sono trovati a dover fronteggiare l'emergenza legata alla tempesta ci sono anche Valentina Ferragni e il suo compagno, Luca Vezil, vittime loro malgrado della bufera Denis.

Nelle scorse ore la coppia è comparsa sui social network per raccontare la paradossale vicenda di cui sono stati protagonisti insieme a tutti gli altri passeggeri del volo Ginevra – Londra. Attraverso alcune Instagram Storie’s, la sorella minore di Chiara Ferragni ha raccontato di esser rimasta senza bagagli a Londra a causa di una direttiva imposta dalla compagnia a poche ore dal decollo in territorio francese. "All’aeroporto di Ginevra ci hanno obbligato a spedire tutto, valigie e bagagli a mano anche se consentiti a bordo e sottopeso per consentire all’aeroplano di volare nella tempesta", ha spiegato Valentina Ferragni ai suoi followers. Secondo quanto riferito dalla coppia, che è volata nel Regno Unito per presenziare alla sfilata di moda del brand Tommy Hilfiger durante la Fashion Week inglese, l’obbligo imposto dalla compagnia a tutti i passeggeri del volo sarebbe stato determinante per consentire all’aereo di volare in sicurezza in mezzo alla tempesta Denis. Se il velivolo fosse stato troppo pesante, infatti, il pilota avrebbe gestito con difficoltà il volo. Per questo motivo tutti i bagagli a mano e da stiva di tutti i passeggeri sarebbero stati spediti in un secondo momento.

La coppia aveva scelto Ginevra come aeroporto di partenza per il Regno Unito dopo aver trascorso un weekend in famiglia, anche con Fedez e Chiara, a Chamonix. A un giorno di distanza dall'arrivo nella capitale inglese però dei bagagli non c'è ancora traccia. Vestiti a parte, l’ordine di imbarco successivo di valigie e bagagli a mano - che a bordo sono consentiti - ha creato alcune difficoltà a Valentina Ferragni, che sempre su Instagram ha chiarito: "A parte i vestiti, nel bagaglio a mano avevo dei medicinali che devo prendere tutte le sere e non avendo la ricetta non posso neanche comprarli qui. Ad oggi ancora non abbiamo notizie dei bagagli, che forse arriveranno martedì".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Iacobellig

Lun, 17/02/2020 - 18:20

Chi se ne frega delle Ferragni vi sono cose molto più importanti!