Virus, Maria Grazia Cucinotta contro l'esodo al Sud: "I minc... restano minc..."

La popolare attrice è intervenuta in diretta radiofonica a "Un giorno da pecora", scagliandosi contro lo sbarco di centinaia di persone avvenuto nelle ultime ore in Sicilia

L’esodo di massa di centinaia di persone provenienti dal nord e dirette in Sicilia è l’ultima delle assurdità di questa drammatica emergenza sanitaria da coronavirus. In barba ai nuovi divieti di spostamento da un comune all’altro (se non per comprovate necessità) decine di automobili continuano ad affollare lo stretto di Messina per sbarcare in terra sicula. Contro questo scioccante esodo di massa si è scagliata Maria Grazia Cucinotta, che proprio a Messina è nata e cresciuta.

Ospite della trasmissione di Rai Radio1 "Un Giorno da Pecora" l’amatissima attrice siciliana non ha nascosto il suo disappunto sulla migrazione di massa verso il sud. In collegamento telefonico Maria Grazia Cucinotta ha raccontato ai conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari di aver sentito la sorella Giovanna, che vive proprio nel comune messinese, che le ha confermato l’arrivo di decine di famiglie sull’isola. L’attrice non è riuscita a trattenersi e ha sbottato: "Consiglio a tutti vivamente di stare a casa. Oggi mi ha chiamato mia sorella da Messina e mi ha detto che sono sbarcate non so quante automobili provenienti dal nord: vedo che la gente minchiona resterà sempre minchiona".

Come già era avvenuto nelle ore immediatamente successive all'emissione del decreto del 9 marzo, nelle ultime ore si è verificata una nuova ondata di sbarchi al sud dovuta alle stringenti misure adottate dal Governo sugli spostamenti. Questa volta niente treni ma una colonna di auto messasi in moto dal nord in direzione Sicilia. Maria Grazia Cucinotta, sdegnata per l'irresponsabilità di questi individui, non ha nascosto la sua preoccupazione sulla pericolosità di questo gesto: "Almeno restassero tappati dentro le loro case, il problema grosso è che questi vanno in giro".

Lei stessa, che nelle scorse settimane aveva avuto un malore che aveva destato molta preoccupazione, aveva lanciato un invito a restare a casa. Attraverso i suoi canali social, la Cucinotta aveva fatto appello al senso di responsabilità di tutti i suoi fan invitandoli a rispettare la quarantena con speranza e fiducia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.