Wanda Nara mamma a tempo pieno: "No alla tata"

La bellissima Wanda Nara rivela un lato inedito e confessa come abbia scelto di rinunciare alle baby-sitter per crescere i suoi figli in prima persona

Wanda Nara delizia ogni giorno gli occhi dei suoi fan con scatti artistici nei quali risalta la sua eccezionale bellezza. Una bellezza che Wanda non ha paura di mostrare anche in pose un po’ fuori dal normale. Le sue pose, infatti, sono super sexy e per questo motivo sono apprezzatissime sia dal mondo maschile sia da quello femminile.

Tuttavia, nell’intervista che Wanda Nara ha rilasciato al settimanale Chi, sembra di essere davanti a una donna molto diversa, molto lontana dall’esuberanza che la contraddistingue, dalla rocciosa procuratrice del marito – il campione Mauro Icardi – o dalla star sexy di Instagram. Il ritratto che esce dall'intervista è quello soprattutto di una madre molto premurosa nei confronti dei suoi cinque figli. Una vera e propria coccia in stile italiano. Così, alla vigilia dell’esordio come opinionista al Grande Fratello Vip, Wanda presenta per la sua famiglia. I primi tre figli – Valentino, Benedicto e Constantino – vengono dal matrimonio con il calciatore Maxi Lopez che si è concluso nel 2013 a seguito di numerose accuse di presunta infedeltà e tradimenti. Poi, quando Wanda si è legata sentimentalmente a Mauro Icardi, ai tempi grande amico di Lopez e suo ex compagno di squadra, sono arrivati anche Francesca e Isabella. Insomma, una famiglia davvero numerosa!

Tuttavia, nonostante l’infinità di impegni delle sue giornate, Wanda Nara non rinuncia al suo bisogno di fare la madre. "Tate? Io le tate non so che cosa siano, mai avute. Sul serio, sennò i figli che li ho fatti a fare? Me li cresco io e ci sono sempre io. Certo, vedo che è una cosa che, in effetti, scatena stupore negli altri. A casa mia sono sempre quella che dorme di meno: l’ultima ad andare a letto, la prima a svegliarmi. Alle sei. Lo faccio per preparare la prima colazione. Poi li vesto, li cambio, li risveglio se serve: sono ancora abbastanza giovane, credo, ma sono molto organizzata. Devo esserlo, sono cinque... Certo, quando è nato il mio Valentino avevo solo 21 anni, non ero così ferrata sul tema, però ho sempre avuto questo forte desiderio di maternità e con il tempo ho imparato anche a gestire le situazioni. E a godermi i miei bambini... Io mi sono goduta tutta la loro prima infanzia, la vita con i bebè, le prime pappe. Andavo negli alberghi con il frullatore, cantavo le ninne ovunque, sembravo un po’ una matta", ha rivelato Wanda.

Infine, su Icardi in versione papà affettuoso, ha dichiarato: "Mauro è come me: quando c’è vuole sempre stare in famiglia. Poi, sì, alla fine, alle otto di sera sono tutti a letto. E io e lui abbiamo un po’ di tempo per parlare e per stare fra di noi. Certo, quest’anno che Mauro è a Parigi, dividiamo la nostra vita fra lì e Milano. È dura, ma lui è il mio partner anche nella gestione familiare, mi dà una mano grossissima: è unico".

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.