Yari Carrisi: "Ylenia è viva, perché devo seppellirla?"

Momento familiare toccante e divertente al Maurizio Costanzo Show, dove è stato ospite Al Bano Carrisi insieme ai figli Cristel e Yari, con il quale il conduttore ha parlato della scomparsa della sorella Ylenia

Yari Carrisi: "Ylenia è viva, perché devo seppellirla?"

Sono passati più di 20 anni dalla sua scomparsa, ma quella di Ylenia Carrisi è una ferita ancora aperta per la sua famiglia. Sporadicamente, Al Bano, Romina e i loro figli tornano a parlare della ragazza, della quale non si hanno più notizie dal 1 gennaio 1994. Al Maurizio Costanzo Show andato in onda lo scorso mercoledì, Al Bano, con i figli Yari e Cristel Carrisi, sono al centro di un momento familiare molto intenso, durante il quale non è mancato un riferimento alla sorella Ylenia.

La famiglia Carrisi presente in studio è apparsa più unita che mai e non sono mancati gli aneddoti curiosi e segreti del loro menage. “Continua a rompermi anche da nonno”, ha detto divertita Cristel parlando del padre, che non ha mai negato di essere molto protettivo nei confronti della figlia. Maurizio Costanzo ha affrontato con Cristel anche il tema della separazione dei genitori, che mai come negli ultimi anni sta destando clamore per le vicende familiari e le frecciatine che di tanto in tanto si lanciano le due donne di Al Bano, Romina Power e Loredana Lecciso. “Ho un ottimo rapporto sia con mamma che con papà. Si possono avere rapporti ottimi anche quando non si vive insieme. Quando stiamo insieme ci godiamo davvero il tempo che abbiamo a disposizione”, ha detto la ragazza al conduttore. Dopo qualche anno di inevitabili incomprensioni dopo il divorzio, Albano Carrisi e Romina Power hanno ritrovato il loro equilibrio, non solo sul palco ma anche nella vita privata. Questo è stato un passo importante nella vita del cantante, che nel frattempo è diventato nonno e può godersi questo momento con grande serenità.

Diverso è stato il tenore delle domande a Yari Carrisi, con il quale Costanzo ha dialogato proprio in merito alla scomparsa di sua sorella. Il ragazzo era molto legato a Ylena e quella volta aveva deciso di raggiungerla negli Stati Uniti per farle una sorpresa ma non fece in tempo a vederla, perché lei sparì poche ore prima. Al Bano Carrisi è certo che sua figlia sia morta gettandosi nelle turbolente acque del Mississipi, tanto da chiederne la dichiarazione di morte presunta nel 2013, convalidata l'anno successivo con data 31 dicembre 1993. Romina Power, invece, è convinta che sua figlia sia ancora viva e non ha mai perso la speranza di ritrovarla, tanto da aver lanciato un appello su Twitter solo poche settimane fa. Dello stesso avviso è Yari Carrisi: “Non ho mai avuto nessun tipo di prova al contrario. Perché devo seppellire mia sorella? Io sono sicuro sia viva e comunque vivrà per sempre. Era una luce straordinaria, ha alzato il livello umano nei miei occhi. È stato impossibile per me trovare una persona che fosse alla sua altezza, che mi ispirasse così tanto.

Commenti