Sport

"Avete pagato l'arbitro?". L'assurda accusa di Xavi all'Inter

L'allenatore blaugrana ha perso la testa durante Inter-Barcellona per via delle decisioni dell'arbitro Vincic

"Avete pagato l'arbitro?". L'assurda accusa di Xavi all'Inter

L'Inter di Simone Inzaghi ha vinto meritatamente contro il Barcellona di Xavi capolista insieme al Real Madrid in Liga. I nerazzurri hanno concesso solo il possesso palla e un tiro in porta ai blaugrana e questa volta si sono dimostrati più squadra rispetto agli avversari. Nel corso del match ci sono state tre questioni spinose da risolvere per il Var e due di queste hanno scontentato il Barcellona, con il suo allenatore a bordo campo che ha letteralmente perso la testa. L'ex metronomo dei catalani, infatti, avrebbe mimato il gesto "pagare" come se l'Inter lo avesse fatto nei confronti del fischietto sloveno Vincic. Una polemica più da tifoso che da professionista del calcio.

I tre epidosi da Var

Inter-Barcellona ha dato parecchio lavoro all'arbitro che è dovuto ricorrere al Var in tre circostanze: 1) il rigore non concesso all'Inter per un fallo di mano di Eric Garcia, in quanto Lautaro Martinez era in leggerissima posizione di offside in avvio di azione; 2) il gol giustamente annullato al Barcellona per il tocco di mano di Ansu Fati, che involontariamente fa l'assist al compagno Pedri; 3) la mancata concessione del rigore in favore del Barça per il fallo di mano, o presunto tale, di Denzel Dumfries. Queste decisioni hanno letteralmente mandato in furia i blaugrana e il loro allenatore.

"L'arbitro dovrebbe parlare. Non devo parlare io di una decisione che non ho preso - ha detto al termine della gara -. Per me è molto chiaro. Dovrebbero dare spiegazioni di quello che ha fischiato, lui non le ha date a me. Vado via ancora più inc... e penso che sia ancora più ingiusto. Le sue decisioni sono state decisive, sia per il gol annullato che per il rigore non dato".

La realtà dei fatti

La verità è che l'Inter ha vinto la sfida di San Siro meritatamente, concedendo pochissimo ad una squadra più forte, che è leader nella Liga e che ha il capocannoniere del campionato, Robert Lewandowski. Nel primo episodio, il rigore in favore dell'Inter, l'arbitro è stato graziato dal millimetrico fuorigioco di Lautaro Martinez in avvio di azione (giusto dunque non concedere il penalty ai nerazzurri).

Nel secondo caso, invece, Vincic non si avvede che Ansu Fati, dopo l'uscita di Onana, tocca involontariamente il pallone con la mano apparecchiando così la sfera per il gol di Pedri (anche in questo caso giuso annullare la rete del Barcellona). Il terzo e ultimo episodio al minuto 91' con Dumfries che pare toccare la sfera con la mano. Il difensore olandese sembra prima prendere la palla di testa e poi successivamente con la mano anche se le immagini sono davvero poco chiare nonostante diversi replay.

Commenti