Per gli azzurrini la Colombia (e un Asprilla)

Dopo la vittoria per 2-1 contro l'Inghilterra, domani un altro match decisivo

Per gli azzurrini la Colombia (e un Asprilla)
00:00 00:00

L'Italia Under 20 continua a sognare, proseguendo il meraviglioso cammino che ha portato i ragazzi del c.t. Carmine Nunziata fino ai quarti del Mondiale di categoria, in corso in Argentina. A La Plata, nell'ottavo di finale che li ha visti opposti all'Inghilterra, gli azzurrini hanno dominato e si sono presi con merito la rivincita della semifinale dell'edizione del 2017, quando il gol di Orsolini all'alba del match non fu sufficiente per avere la meglio degli inglesi, che si imposero con la doppietta di Solanke e la rete dell'atalantino Lookman.

Stavolta la musica è stata diversa, in una partita che ha visto l'Italia passare subito al comando delle operazioni, prendendosi il vantaggio dopo appena otto minuti di gioco. Merito di un'invenzione di Ambrosino, attaccante di scuola Napoli in prestito al Cittadella, che con l'esterno del destro ha aggirato la difesa avversaria mandando in porta l'empolese Baldanzi, freddissimo nella finalizzazione con un beffardo tocco con la punta del piede. L'Inghilterra tuttavia trovato il pareggio al 24', con la zampata di Devine che si è inserito coi tempi giusti sul primo palo, battendo Desplanches pochi minuti dopo aver centrato la traversa con un gran tiro da fuori. Nel secondo tempo, però, l'Italia ha controllato la gara, costringendo gli inglesi sulla difensiva e trovando l'episodio chiave nelle battute finali del match. Dopo un lungo controllo al Var l'arbitro ha assegnato un rigore ai nostri ragazzi, per un fallo di mano di Quansah su un tiro dal limite di Casadei. È stato lo stesso capitano azzurro a presentarsi sul dischetto, battendo con il destro e mettendo il pallone sotto l'incrocio dei pali per sancire la qualificazione ai quarti di finale, arrivata dopo undici interminabili minuti di recupero. Quinto gol per il centrocampista ex Inter, passato al Chelsea la scorsa estate: una rete che lo proietta in vetta alla classifica marcatori, a certificare un Mondiale da assoluto protagonista.

Italia che vola così tra le migliori otto al mondo, con un cammino che la sta vedendo affrontare alcune delle nazionali più forti della categoria e al netto delle tante assenze, che però non hanno scalfito le qualità di un gruppo che adesso sogna davvero in grande. Ai quarti di finale, in programma sabato sera alle ore 23 a San Juan, ci attende la Colombia, che ha eliminato la Slovacchia agli ottavi. In gol anche Yaser Asprilla, omonimo del Faustino che fece innamorare il Parma negli anni Novanta.

Casadei e compagni non vogliono porsi limiti, e hanno nel mirino la terza semifinale di fila negli ultimi tre Mondiali. Mentre l'Italia sogna di aver finalmente visto nascere la generazione della sua rinascita calcistica.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica