La bella favola di Griffin: primo giocatore nella Nfl senza una mano

Griffin, affetto dalla sindrome della banda amniotica ha subito l'amputazione della mano all'età di 4 anni. Nonostante questo i Seattle Seahawks gli daranno la possibilità di confrontarsi nel massimo campionato di football americano

La bella favola di Griffin: primo giocatore nella Nfl senza una mano

Shaquem Alphonso Griffin avrà una grandissima possibilità nonostante la sua grande menomazione fisica ad un arto. Il 22enne, infatti, vestirà la maglia dei Seattle Seahawks e giocherà il campionato di football americano insieme al fratello gemello che veste già quella maglia. Il classe '95 è stato scelto non per compassione naturalmente ma perché è un ottimo giocatore e si è ben comportato durante la sua esperienza al college.

A Griffin gli fu amputata la mano sinistra all'età di quattro anni ma nonostante questo il suo grande atletismo gli ha consentito di diventare un giocatore della Nfl. Il 22enne è nato con la sindrome della banda amniotica e pativa dunque di dolori lancinanti alla mano: sua madre un giorno lo trovò in cucina mentre tentava di tagliarsi le dita della mano e allora fu scelto di intervenire chirurgicamente. Griffin, appena saputo che i Seattle Seahawks gli avevao concesso una chance non stava più nella pelle: "Non riuscivo a respirare, non riuscivo a trovare le parole, non mi usciva nulla dalla bocca. Se puoi sognarlo, puoi farlo"

Commenti