Bmw Serie 2 Gran Coupé è l'auto sportiva che mancava

Doppio rene più largo, coda tronca, linea aggressiva e prestazioni nel puro spirito della Casa bavarese. Versione M235i xDrive con trazione 4x4. Da 32.000 euro

Gabriele Villa

Lisbona Segni particolari: frontale con il classico «doppio rene» ma più largo, fari più sottili per un profilo decisamente filante. Dettaglio ammiccante: le cornici attorno ai finestrini cancellate da un matita astuta per darle ancor più l'impronta della coupé. Grinta: il posteriore, dominato dalla coda «tronca», su cui brilla un sottile spoiler, con i fanali orizzontali molto estesi. Linea: aggressiva, col profilo del tetto che digrada.

È «la sportiva che mancava»: la nuova Bmw Serie 2 Gran Coupé che (quando il mondo era ancora aperto), presentata in Portogallo all'Espaco Espelho d'Agua, una sorta di piattaforma sospesa sul Tago, ha cominciato la sua avventura sulle strade.

Ha quattro porte, altrimenti che berlina sportiva sarebbe? Ha la trazione anteriore che può far arricciare il naso a qualche ortodosso aficionado della Casa bavarese. Ma ti fa ricredere al primo colpo d'acceleratore dato che si rivela subito, non solo come un'autovettura adatta ad affrontare i lunghi viaggi nel massimo confort, ma anche e soprattutto capace di regalarti prestazioni all'altezza del più puro spirito Bmw, prestazioni finanche elevatissime come nel caso della versione M235i xDrive equipaggiata da un'unità 4 cilindri dalla potenza più alta mai concepita in casa Bmw.

Sulle strade del Portogallo abbiamo guidato due versioni dall'anima differente, ma ugualmente intrigante: la 220d Model M Sport con il 2.0 Diesel da 190 cavalli e 400 Nm di coppia (0-100 in 7,5 secondi) a trazione anteriore e la M235i xDrive a 4 ruote motrici, 2 litri, quattro cilindri turbo a benzina da 306 cavalli e 450 Nm di coppia (0-100 in 4,9 secondi, 250 km/h). Così, se proprio siete votati all'«integrale» mettete in conto di spendere un po' di euro in più e poi beatevi del sound e delle potenti accelerazioni di quest'ultima.

A bordo tutti i sistemi Adas per la guida assistita di secondo livello: frenata autonoma d'emergenza con funzioni anti-collisione, sterzata d'emergenza e riconoscimento di pedoni e ciclisti, Lane Departure Warning e, tra gli altri, l'Active Cruise Control con funzione Stop & Go; quindi, Lane Change Warning System, Rear Collision Warning e Crossing Traffic Warning, Park Distance Control e Parking Assistant. Reattivo e, piacevole allo sguardo, il sistema multimediale, con monitor fino a 10,3 pollici, che può vantare diverse funzioni connesse, compreso Apple CarPlay, utilizzabile anche senza cavo. Sfizioso l'accesso a bordo con il proprio smartphone, grazie alla tecnologia NFC (quella dei sistemi di pagamento contactless). Tre i motori (tutti turbo) al lancio: a benzina ci sono il 1.5 (a 3 cilindri) da 140 cavalli (218i) e il 2.0 da 306 cv che si affiancano al 2.0 diesel da 190 cavalli (220d). In pole position la 216d con un 1.5 a gasolio da 116 cavalli. Le diesel, come la 1.5 a benzina, hanno la trazione anteriore, ma solo la 220d ha di serie il cambio automatico a 8 marce. Il prezzo di partenza sarà di 32.000 euro per la 218i, 41.500 per la 220d fino ai 53.500 per la M235i xDrive.

Commenti